Ai Prati la cabinovia potrebbe riaprire a fine mese. Via all'assunzione del personale estivo

L'assemblea della Gran Sasso Teramano valuta la possibilità della gestione al privato allargando la platea dei servizi
08 giugno 2018

TERAMO - La riapertura estiva della cabinovia dei Prati di Tivo potrebbe avvenire tra la fine del mese e i primi di luglio. La Gran Sasso Teramano ha pubblicato oggi sul proprio sito istituzionale, il bando per la selezione del personale da assumere (sette persone con qualifiche specifiche). La società proprietaria degli impianti - partecipata in maggioranza dalla Provincia di Teramo, e dalla Camera di Commercio, dai Comuni di Pietracamela e Fano Adriano, dalle Amministrazioni separate per i beni di uso civico e dalla Regione Abruzzo - ha anche varato il bando pubblico per la ricerca di un nuovo liquidatore visto che il commercialista teramano Sergio Saccomandi, dopo l'approvazione dei tre bilanci sospesi. è dimissionario. L'assemblea dei soci riunitasi questa mattina, valutando la possibilità, paventata dal presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, di tornare ad affidare la gestione degli impianti a soggetti privati (attraverso un bando pubblico). «La Provincia sosterrà economicamente la società per garantirgli la necessaria liquidità nella fase di avvio della stagione estiva - sottolinea Di Sabatino - ma come abbiamo verificato in questo anno di gestione diretta gli impianti possono avere una loro sostenibilità economica e il bando per i privati potrebbe diventare più appetibile se oltre agli impianti di risalita e alla cabinovia potessimo garantire altri tipi di servizi. Un ragionamento che stiamo facendo con le amministrazioni locali soci della Gran Sasso».ù

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter