Al Salone di Torino successo del libro di De Paulis

"Facebook, genitori alla riscossa" è stato adottato dal Corecom Piemonte
18 maggio 2013

TORINO - "Facebook: genitori alla riscossa. Vademecum per non smarrire i propri figli online”, il fortunato libro dell'imprenditore informatico Giammaria De Paulis (è titolare della Cykel Software Web Agency), strumento indispensabile per i genitori che voglioni aiutare i figli nell'evitare i rischi dei social network, ha conquistato un angolo di notorietà al Salone del Libro di Torino: uno degli eventi della giornata di apertura è stato infatti dedicato al libro, edito da Galaad Edizoni. L’iniziativa è stata promossa dal Corecom Piemonte, che ha “adottato" il volume e ora si appresta a distribuirlo con il proprio logo in copertina nelle scuole della regione. L'opera ha ricevuto congratulazioni da autorità e personalità presenti, oltre ad un inaspettato apprezzamento ed augurio da parte del ministro per i beni e le attività culturali Massimo Bray. «I social media sono e saranno sempre più strumenti essenziali per il futuro. Ma i genitori hanno il dovere di accompagnare i figli a un uso consapevole di questi strumenti». Queste le parole di Giammaria de Paulis nell’introdurre l’incontro di presentazione del libro, organizzato dal Consiglio regionale del Piemonte presso la sala Arancio del Salone del Libro. Per il vicepresidente del Consiglio regionale, Fabrizio Comba, “i dati personali e riservati devono trovare tutela. Internet non è né il bene, né il male. È uno strumento, dove però le informazioni sono messe a rischio, non va demonizzato ma regolato”. Il volume di de Paulis è una guida, pratica e di facile consultazione, contenente una panoramica completa e aggiornata dei pericoli connessi all’uso di Facebook da parte dei minori ma anche degli strumenti per educare i figli a un uso corretto dei social network e alla tutela della privacy. Come ha sottolineato Bruno Geraci, presidente del Corecom Piemonte, “questo volume svolge anche un servizio pubblico. Emerge la centralità dell’essere genitori, un mestiere difficile, forse il più difficile. Si deve considerare la contemporaneità in cui sono inseriti I giovani, ma dall’altro lato è necessario tutelarli da intrusioni o violazioni”. I social network sono luoghi virtuali nei quali ogni giorno milioni di persone conducono un’esistenza informatica parallela a quella reale. In Italia, 7 ragazzi su 10 sono registrati su Facebook che, con la sua comunità di oltre 1 miliardo di iscritti, può essere considerato i social network più importante a livello globale. Il libro insegna ad essere consapevoli dei rischi.

Voto medio (3 voti; 5.00)
Vota:
counter