All'"Einstein" un percorso didattico per insegnare la chimica ai non vedenti

Laboratori e tecniche innovative nel progetto presentato dal liceo scientifico
30 maggio 2014

TERAMO – Un percorso didattico per aiutare gli alunni non vedenti a studiare la fisica. A promuoverlo è il liceo scientifico “Einstein” che nei giorni scorsi ha organizzato un incontro dedicato ai problemi educativi legati alla disabilità. Durante l’appuntamento il docente Domenico Di Donato ha illustrato i passaggi più significativi – ad esempio laboratori ad hoc – e le tecniche innovative utilizzate per far comprendere, attraverso l’esperienza diretta, i concetti chiave della disciplina. Ad aprire l’incontro il dirigente scolastico Rosario Di Luciano che ha presentato le altre iniziative del liceo per l’integrazione dei diversamente abili. Tra gli interventi, anche quello del tiflopedagogista (la disciplina studia le problematiche dell'educazione dei minorati visivi) Enzo Bizzi, la docente Anna Di Antonio e il rettore dell’Università di Teramo, Luciano D’Amico.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter