Anche una delegazione dell'Aci Teramo a sostenere Tarquini in Marocco FOTO

Il pilota giuliese, campione mondiale in carica, riparte con una vittoria nel campionato Wtcr
08 aprile 2019

TERAMO - Una nutrita delegazione dell’Automobile Club di Teramo, tra tesserati ed esponenti del consiglio direttivo guidati da Claudio Broccolini, ha preso parte nel fine settimana alla prima uscita del Wtcr in Marocco, il nuovo nome del FIA World Touring Car Championship, per sostenere la performance del pilota giuliese Gabriele Tarquini. “Il nostro club da sempre testimonia la sua vicinanza allo sport e ai grandi talenti espressi dalla provincia di Teramo - dichiara il presidente dell’AciI di Teramo, Carmine Cellinese -. Per cui è stato naturale che la voglia di sostenere Gabriele Tarquini ci spingesse fino a Marrakech, dove il nostro pilota ha ben figurato piazzandosi primo in una delle tre gare in programma nel weekend nel circuito Moulay El Hassan”. Il cinquantasettenne pilota abruzzese, già campione del mondo, che corre con i colori del BRC Racing Team, ha preceduto sul traguardo Vernay (Audi) e Ehrlacher (Lynk & Co.).

“Come aveva chiuso la scorsa stagione, ha iniziato la nuova - commenta con entusiasmo Cellinese -, cioè con una vittoria. Dopo la splendida stagione scorsa dove a Macao il nostro Gabriele Tarquini si è laureato campione del mondo alla bellezza di 56 anni e 259 giorni, la sua corsa è ripartita con i migliori auspici dal Marocco per il World Tour Car Cup che si concluderà nel prossimo mese di dicembre in Malesia”. Il campione giuliese, va ricordato, è stato il pilota più anziano della storia ad ottenere il titolo mondiale in un campionato sotto l'egida della FIA,  infrangendo un primato che resisteva addirittura dal 1957: in quell'anno, Juan Manuel Fangio ottenne l'ultima iride in Formula 1 a 46 anni e 41 giorni. “Speriamo che il sostegno del club teramano a nome dell’intera provincia di Teramo possa bagnare di fortuna anche questa nuova sfida di Gabriele Tarquini. Gli amici dell’Aci di Teramo – conclude Cellinese -, saranno sempre accanto al loro campione convinti di poter brindare ancora una volta a un nuovo traguardo sportivo".

 
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter