Bottura e Tony Esposito, 'stelle' in Fortezza per l'Agave onlus

Presentata la serata-evento di venerdì a Civitella con la presenza dello chef e il concerto dell'artista
04 luglio 2017

CIVITELLA DEL TRONTO - "Metti una sera d’estate…” con Massimo Bottura, chef e patron dell’Osteria Francescana di Modena, tre stelle Michelin, al secondo posto della World 50 best restaurant list, dove l’anno passato era risultato vincitore. Nello splendido scenario della Fortezza di Civitella del Tronto, venerdì prossimo 7 luglio, lo chef di fama mondiale sarà il protagonista di un evento unico, presentato questa mattina al Consorzio Bim. Ad organizzare l'iniziativa di beneficenza l'Associazione Agave onlus, rappresentata dal presidente, Loredana Fanini, e dal vice Gino Natoni. Con loro l’assessore comunale di Civitella, Riccardo De Dominicis, quello al Turismo del Comune di Ascoli Piceno (che ha siglato un gemellaggio di promozione turistica con Civitella), Michela Fortuna, il presidente del Bim, Moreno Fieni, il direttore generale della Asl di Teramo, Roberto Fagnano, lo chef del Ristorante Zunica 1880, Sabatino Lattanzi, l’artista-designer Mariano Moroni, i giornalisti Gianni Gaspari e Giorgio D’Orazio.

BOTTURA E L’ABRUZZO. La cena stellata di Bottura, per la prima vlta in Abruzzo, contribuirà a portare a compimento un progetto dell'Asociazione Agave onlus iniziato tre anni fa, dedicato alla formazione in ambito lavorativo dei ragazzi disabili: stage assistiti da tutor in ambienti protetti grazie a specifiche convenzioni con i Comuni di Civitella e Sant’Egidio, che hanno consentito ai ragazzi di prestare la loro opera in strutture pubbliche idonee ad offrire percorsi formativi. Alla base di questo evento, che dal monumento simbolo della Fortezza accenderà i riflettori su tutto l’Abruzzo, anche grazie al concerto di Tony Esposito e Mark Kostabi, c'è un rapporto speciale del grande chef con la nostra regione. Davide Di Fabio, il secondo di Bottura nella brigata di cucina della Francescana, è originario di Bellante e si è prodigato per l’organizzazione dell’evento anche per l’amore che nutre per la sua terra.

LA BARONESA DE DOMIZIO DURINI. Ospite della serata, per volontà dello chef, sarà la Baronessa Lucrezia De Domizio Durini, una delle operatrici culturali internazionali più incisive dagli ultimi 50 anni, mecenate e promotrice dei più importanti artisti dell'Arte Povera e del Concettuale italiano, che ha legato il suo nome in particolare a Joseph Beuys. Con quest’ultimo ha lavorato proprio in Abruzzo, negli ultimi 15 anni di vita del Maestro tedesco, particolarmente nel borgo di Bolognano in cui Beuys aveva il suo Studio e fondò la famosa Piantagione Paradise. In questo contesto è da sottolineare uno dei momenti più alti della Storia dell’Arte mondiale, l’Operazione "Difesa della Natura" di Beuys, avvenuta nel territorio abruzzese e tutt’ora attiva. Massimo Bottura è un conoscitore e collezionista d'arte, appassionato tra l'altro alla figura, al pensiero e all'opera di Beuys. «La Baronessa – spiega Gino Natoni – intende contribuire attraverso una donazione anche ad un evento futuro dedicato all'Arte Contemporanea. L’apprezzabile gesto è solo l’ultimo di una serie di donazioni avviate con quella di Mark Kostabi, artista di fama internazionale molto legato all’Abruzzo e a Civitella in particolare, noto non solo come pittore ma anche come compositore, musicista al fianco di Tony Esposito, e di recente anche protagonista del film My Italy, che sarà proiettato nel corso della serata». 

LA MOSTRA E IL CONCERTO. Non poteva mancare quindi una Mostra d’Arte Contemporanea legata al tema della serata, “Sensory Path”, una personale di Mariano Moroni curata da Silvia Pegoraro con una scultura di grande impatto emotivo, la Liquid Tower, già esposta all’Orto Botanico di Brera con l’Università di Milano e Interni Magazine al Fuori Salone 2017. Al termine della cena, alle 23.30, nella piazza del Cavaliere il concerto ad ingresso libero “Kostabeats”, che vedrà esibirsi la formazione d'eccezione di Tony Esposito & Mark Kostabi. A loro si affiancheranno per una jam session finale anche altri noti musicisti che hanno aderito all’iniziativa benefica: Greesi Desiree Langovits, Gemma Pedrini, Laura Nasini, Massimo Di Matteo, Piero Tartarelli e Marco Galanti.

SOLIDARIETA’ PER AGAVE ONLUS. Un filo conduttore fra cucina, cultura, solidarietà e territorio, lega dunque le tante facce di questo evento. Agave Onlus, fondata nel 2007 a Sant'Egidio con lo scopo di dare autonomia e di migliorare le aspettative relazionali dei bambini e ragazzi disabili e delle loro famiglie, non è nuova ai rapporti con il mondo dell'arte. Già in passato si ricorda la rassegna EmozionArte, che ha avvicinato ai ragazzi dell’Associazione artisti come M. Kostabi, Stampone, Cotognini e Walter Coccetta che hanno realizzato e donato le loro opere ad Agave. «Siamo sempre più convinti – afferma la presidente dell’associazione, Loredana Fanini - che la creatività, attinente al mondo della musica, del teatro e della arti in genere, costituisca di per sé una operazione terapeutica per arricchire il bagaglio esistenziale dei ragazzi dell'Agave».

IL FILM. Il concerto sarà preceduto alle 22:00, sempre in piazza del Cavaliere, dalla proiezione del recentissimo Film “My Italy” di Bruno Colella, che ha ricevuto il Premio Speciale al Festival del Cinema di Montreal e una menzione speciale ai Nastri d’Argento 2017. Saranno presenti, oltre al produttore Angelo Bassi, alcuni tra i protagonisti della pellicola: Mark Kostabi, Tony Esposito, Achille Bonito Oliva e lo stesso Bruno Colella, regista e attore.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter