C'è l'accordo per la gestione degli impianti dei Prati di Tivo

Decisiva l'opera del presidente Di Sabatino: si chiude su una base di 50mila euro annui più il 10% degli incassi
03 dicembre 2014

TERAMO - E' stato raggiunto un accordo di massima tra gli operatori dei Prati di Tivo e la Gran Sasso Teramano sulla gestione degli impianti di risalita della stazione turistica teramana. Decisivo è risultato l'incontro di questo pomeriggio tra il presidente della Provincia e l'amministratore della Siget, Erminio Di Ludovico. Domani è atteso un annuncio ufficiale. L'accordo verrà chiuso sulla base di una quota iniziale, annuale, di 50mila euro - che verrà incrementata nei successivi tre anni - a cui si aggiunge una percentuale non inferiore al 10 per cento sugli incassi. Si chiude a qualche giorno dall'incontro in Provincia un accordo che consentirà la riapertura e la gestione degli impianti garantendo la copertura di un servizio ritenuto da tutti indispensabile allo svolgimento della stagione turistica invernale. «E' un accordo temporaneo con l'intesa di avviare da subito un confronto con gli altri soci, la Camera di Commercio e la Regione, sulla base di un piano industriale, che in parte è già delineato, e che riguarderà non solo la gestione degli impianti ma il rilancio di tutta la stazione sciistica», ha dichiarato il presidente Renzo Di Sabatino, cui va il grosso merito di aver risolto una situazione dove altri in passato avevano fallito.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter