Cadavere di un giovane cinese affiora dalle acque del fiume Tordino. Mistero sulla morte FOTO VIDEO

Il corpo trovato dai carabinieri: la sua auto finita in acqua era a un centinaio di metri. L'autopsia dovrà chiarire i dubbi
03 dicembre 2017

TERAMO - Il cadavere di un cinese di 24 anni, residente a San Nicolò, è affiorato dal fiume Tordino questa mattina verso le 13 nei pressi di contrada Sodere, tra San Nicolò e Casemolino. A rinvenire il corpo senza vita sono stati i carabinieri della stazione di Castelnuovo, intervenuti lungo la provinciale dopo la segnalazione dei vigili del fuoco che avevano notato una BMW 520 finita fuori strada fin sul greto del fiume. Il cadavere si trova a circa un centinaio di metri dalla macchina: il corpo era vestito e la rigidità corporea ha il medico della guardia medica a datare il decesso a diverse ore fa. Secondo la testimonianza dei parenti, che si sono radunati sul posto del ritrovamento assieme ad altri connazionali, del giovane non si avevano notizie da circa due giorni. Al momento è difficile stabilire  la causa della morte del giovane cinese e tutte le ipotesi sono plausibili. Gli investigatori propenderebbero per la tesi del suicidio o per le conseguenze dell'incidente stradale, anche se entrambe potrebbero essere difficili più di una eventuale morte naturale da congelamento. Sarà l'autopsia a chiarire questi aspetti.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter