Carcere di Castrogno: la situazione non si sblocca, personale verso un sit-in

I sindacati della polizia penitenziaria prolungano lo stato di agitazione e preparano una manifestazione
13 aprile 2018

TERAMO - E' destinata ad inasprirsi la vertenza sindacale degli agenti della polizia penitenziaria in servizio alla casa circondariale di Castrogno, che la scorsa settimana hanno proclamato lo stato di agitazione per rivendicare condizioni più consone alla dignità dei lavoratori e concreti aumenti di personale di custodia, che vantano migliaia di giorni di riposi e ferie non goduti. «Preso atto dell'indifferenza del Provveditorato regionale e delle altre autorità interessate alla problematica - scrivono i segretari provinciali delle sei sigle sindacali Sappe, Osapp, Sinappe, Uilpa, Cisl e Cgil -, il personale prosegue con lo stato di agitazione e l'astensione dalla mensa di servizio e preannuncia l'organizzazione di un sit-in nei prossimi giorni nel piazzale antistante l'istituto di pena».  

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter