Caro-pedaggi, i sindaci al ministro De Micheli: "Soluzione definitiva per evitare i rincari"

Il primo cittadino di Castelli, Seca riferisce dell'incontro di domenica a Crognaleto: "Si è impegnata a riconvocarci prima del 30 novembre per un confronto"
22 ottobre 2019

TERAMO - I Sindaci teramani restano in campo per contrastare la minaccia di un aumento dei pedaggi per il transito sull'autostrada A24 e A25. Il primo cittadino di Castelli, Rinaldo Seca, si è fatto portavoce, riferendo che i sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo "impegnati nella lotta contro il 'caro pedaggi-sicurezza A24/A25', all’esito dell’incontro avvenuto con il Ministro dei Trasporti, onorevole Paola De Micheli incontrata domenica a Crognaleto, hanno reiterato le richieste più volte avanzate al Ministero delle Infrastrutture, insistendo per una soluzione definitiva e strutturale del problema che porti, nell’immediato, all’eliminazione del rischio dell’aumento delle tariffe dal prossimo 1° Dicembre".
Secondo quanto riferisce Seca, i
l Ministro De Micheli, "nel condividere tali obiettivi, si è impegnata a riconvocare i Sindaci e gli Amministratori prima del 30 Novembre per condividere il percorso amministrativo comune che dovrà portare al raggiungimento della soluzione strutturale che porti al blocco definitivo degli aumenti della tariffa e alla velocizzazione degli interventi per la messa in sicurezza dell’intera tratta autostradale".
Contestualmente a questi rapporti, il dicastero provvederà all’inoltro delle precisazioni richieste dall’UE sul PEF trasmesso nel mese di Settembre e alla convocazione del Concessionario Strada dei Parchi.
"I Sindaci e gli Amministratori - conclude Seca -, fiduciosi della disponibilità manifestata dal Ministro, in attesa di essere riconvocati, mantengono alta la guardia e vigilano sull’operato del Mit, per l’unico obiettivo che anima il loro operato: la difesa e la tutela dei cittadini e territori che rappresentano".

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter