Chiusa la statale a Cartecchio, qualche problema dal semaforo acceso

Il traffico da e per Giulianova deviato sul percorso alternativo verso Colleatterrato
26 aprile 2017

TERAMO - Come ampiamente annunciato, questa mattina è stato chiuso al traffico il tratto della statale 80 Teramo-Giulianova in corrispondenza del cimitero di Cartecchio, nel quartiere di Villa Pavone, tra la rotonda all’incrocio tra viale Crispi e via Po e l’incrocio tra via don Primo Mazzolari e via Melozzi. Attraverso la segnaletica verticale e con l’ausilio nelle prime ore di una pattuglia dei vigili urbani, il traffico sulla direttrice per Giulianova e viceversa verso il capoluogo viene deviato sulla viabilità alternativa, allestita con la realizzazione di due nuove rotonde, lungo la provinciale che conduce a Colleminuccio e Varano e che costituisce un by-pass naturale ma anche l’unico modo per raggiungere anche Colleatterrato e la stessa zona artigianale di Villa Pavone tra via Pirelli e via Melozzi. Questa situazione viaria resterà tale per i prossimi 12 mesi almeno e servirà alla installazione del cantiere per la costruzione del grande sottopasso viario che permetterà la eliminazione dei quattro passaggi a livello.
Il primo impatto con il nuovo tracciato stradale è stato caotico nei pressi della rotonda di via Mazzolari, a Colleatterrato ma per il fatto che forse il semaforo acceso e non lampeggiante non permette il deflusso costante del traffico e crea un imbuto con relativa coda di auto incolonnate lungo via Biondi. Ma il Comune stesso e il comando dei vigili ha fatto sapere che saranno apportate le necessarie modifiche qualora si creassero situazioni di prolungato disagio.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter