Colto da malore al supermercato, salvato dai volontari con il defibrillatore

Montorio: intervento decisivo della Croce Bianca sul paziente in arresto cardiaco
19 febbraio 2014

TERAMO - Ancora una volta la professionalità e la preparazione del personale sanitario 'laico' ha permesso di salvare una vita con l'utilizzo di un defibrillatore. E' successo questa mattina a Montorio, nel supermercato Lidl, poco prima di mezzogiorno. Un pensionato 71enne del posto ha accusato un forte dolore al torace e ha chiesto l'intervento dei soccorsi. Quando sul posto la sala operativa del 118 di Teramo ha inviato l'equipaggio della Croce Bianca di Montorio, l'anziano era cosciente e sembrava aver superato il momento di crisi. E' stato soltanto per l'insistenza dei giovani soccorritori che si è convinto a salire in ambulanza per sottoporsi a un controllo al pronto soccorso del Mazzini. Mai tanta insistenza fu più provvidenziale: mentre veniva assistito sul mezzo di soccorso, il paziente ha avuto un arresto cardiaco. I volontari (Andrea Caraceni, Laura De Dominicis e Umberto Pigliacelli) hanno subito affrontato l'emergenza con la preparazione impartita loro nei corsi organizzati sempre più spesso dal Servizio 118 di Teramo sul territorio, proprio metterli in condizione di affrontare una crisi del genere. Il 71enne è stato in gergo 'defibrillato' per due volte, fino a quando il cuore non è tornato al ritmo sinusale. Una volta arrivato al pronto soccorso del Mazzini il pensionato è stato affidato alle cure dell'Utic, dove è ricoverato fuori pericolo. Proprio di recente il personale della Croce Bianca di Montorio si è sottoposto al cosiddetto 'retraining', il 'ripasso' delle manovre di rianimazione cardiopolmonare, tenuto dall'infermiera del 118 Elisabetta Baiocco. 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter