Confcommercio: «Una consuetudine anticipare la fiera di San Giuseppe alla domenica»

L'associazione replica alle polemiche dei commercianti e di Pomante: «Sono quattro anni che si fa così»
18 marzo 2014

TERAMO  - Anticipare la Fiera di San Giuseppe alla domenica è una consuetudine. Così confcommercio spegne la polemica sollevata dal candidato sindaco Gianluca Pomante e da alcuni commercianti, che ritenevano che la decisione di anticipare la manifestazione fieristica andasse concordata con la categoria. “L’associazione – si legge nella nota di Confcommercio - tiene a precisare che non si è trattato di una decisione estemporanea, ma di una consuetudine che viene ormai portata avanti da 4 anni a questa parte. La scelta di far ricadere l’evento di domenica, anticipandolo rispetto al giorno di San Giuseppe, si è sempre rivelata vincente, ed è stata sempre gradita da tantissimi colleghi, e vi sono stati esiti positivi sia in termini di presenze che di buoni risultati per tutti. Si tratta quindi di una consuetudine che è stata perpetrata anche quest’anno, e che non è conseguente alle richieste di alcuni espositori. In merito alla poca informazione, lamentata da alcuni, siamo obbligati a precisare che sono state effettuate le abituali comunicazioni, sia attraverso i media, ma anche e soprattutto attraverso manifesti e vele pubblicitarie, che sono stati collocati nei punti strategici della città. «Si tratta di proteste non condivisibili – afferma il vice presidente del Comitato di Teramo Marcello Schillaci, rappresentante del comitato comunale della Confcommercio – anche perché i risultati hanno superato di gran lunga le aspettative, anche per i commercianti che hanno scelto di restare aperti. La comunicazione perciò non è mancata, così come si è verificato nella consuetudine consolidata negli anni».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter