Coronavirus, gli studenti dell'Alessandrini-Marino producono in laboratorio il disinfettante per le mani

Il prodotto confezionato in contenitori di plastica interamente riciclabile è stato distribuito alle scolaresche di tre altri istituti comprensivi
04 marzo 2020

TERAMO - Quando anche il Coronavirus diventa occasione per... formarsi secondo la propria specializzazione scolastica. Succede all'Istituto d'Istruzione superiore 'Alessandrini - Marino' di Teramo, dove gli studenti della specializzazione Chimica, materiali e biotecnologie, hanno prodotto un disinfettante per le mani, secondo le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità. Il prodotto, confezionato in contenitori di plastica riciclata al 100 per cento, muniti di etichette con la simbologia obbligatoria e la scheda di sicurezza, è stato distribuito anche a tre altri istituti comprensivi e a quanti ne faranno richiesta. L'iniziativa, guidata dal professori Paolo De Berardis e Gabriella Marchigiani, è stata realizzata in laboratorio dagli studenti della specializzazione in Chimica. L'Istituto 'Alessandrini - Marino', diretto dalla professoressa Stefania Nardini, capofila abruzzese della Rete nazionale delle Scuole Green, ha organizzato l'iniziativa nell'ambito del progetto formativo teso a promuovere comportamenti ecosostenibili, tra i quali figura il riciclo e il riuso dei materiali di uso quotidiano.

Voto medio (2 voti; 4.00)
Vota:
counter