La giunta D'Alberto: Marroni vicesindaco, le altre donne sono Di Padova e Falini. Melarangelo presidente del Consiglio, Verna rifiuta di fare il capogruppo

Rispettati i 'pronostici' della vigilia: tre deleghe a "Podemos", due al Pd (con Verna capogruppo). Quelle pesanti restano al sindaco
17 luglio 2018

TERAMO - Gianguido D'Alberto alla fine ha deciso e domattina, nel primo consiglio comunale, presenterà il suo esecutivo. Dopo giorni di totoassessore, ha sconfessato chi insisteva sui nomi delle quote rosa, ha sconfessato chi prevedeva con certezza i nomi degli assessorati Pd, ha sconfessato chi riferiva della richiesta attribuita a Manola Di Pasquale di bilanciare l'assessorato in meno al suo partito rispetto ai tre di "podemos" con l'indicazione anche del vicesindaco come del presidente del Consiglio. La piacevole sorpresa, tra le altre, arriva da quanto aveva anticipato, azzeccandoci, questa mattina il quotidiano La Città: il vicesindaco sarà Maria Cristina Marroni, Teramo 3.0, a conferma che D'Alberto ha puntato molto sulle quote rosa (e avrebbe voluto nominare quattro assessori donna invece che tre).
Le nomine ci sono, non manca anche qualche polemica, che però sembrano essere un affare interno al Pd che nel pomeriggio, prima dell'ufficializzazione della giunta, ha indicato in Melarangelo il presidente del Consiglio e in Maurizio Verna il nuovo capogruppo consiliare. Ebbene, Verna, rifiuta e lancia frecciatine.
LA GIUNTA COMUNALE. Dunque la giunta è composta da 7 assessori: due del Partito democratico, Simone Mistichelli e Stefania Di Padova, tre di Insieme Possiamo, Antoio Filipponi, Gigi Ponziani e Sara Falini, uno ciascuno per Teramo Vive, Valdo Di Bonaventura, e per Teramo 3.0, Maria Cristina Marroni.
Il presidente del Consiglio comunale sarà Alberto Melarangelo (anche se ufficialmente questo dovrà uscire dal voto del consiglio domani nella prima seduta), il vicesindaco come detto sarà Marroni. 
LE DELEGHE. Di fatto, molte delle deleghe pesanti del momento resteranno al sindaco a cominciare da Ricostruzione, Bilancio, TeAm, polizia municipale. La Cultura torna settore a sè, il commercio e lo sport vanno a Podemos, l'istruzione a Teramo 3.0. ambiente e manutenzione a Teramo vive, Lavori pubblici, Urbanistica e Sociale al Pd. Ecco il dettaglio.
Area Pubblica Istrurzione a Maria Cristina Marroni
Aree Ambiente, cura e manutenzione del territorio a Valdo Di Bonaventura
Area Gioverno del territorio (Lavori pubblici e Urbanistica) a Stefania Di Padova
Area Dialogo con la comunità (Frazioni) a Sara Falini 
Area Commercio, turismo, eventi e sport ad Antonio Filipponi
Area Solidarietà ed eguaglianza sostanziale (Sociale) a Simone Mistichelli
Area Cultura a Luigi Ponziani
Come anticipato le deleghe al Bilancio e alla Ricostruzione sono tenute dal sindaco D'Alberto, che si occuperà anche  di Programmazione economico-finanziaria; Polizia municipale e sicurezza urbana; Rapporti con il Consiglio Comunale; Urp e comunicazione; Governance delle società partecipate.
DIRETTA FACEBOOK DEL CONSIGLIO DI DOMANI. Domani dunque il primo consiglio comunale. E' convocato alle 9.30.
Sulla pagina Facebook di emmelle.it (https://www.facebook.com/emmelle.it/) sarà possibile seguire la diretta dell'insediamento della giunta.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter