Elezioni comunali, gli assessori svelano le loro "mosse"

C'è chi non si ricandiderà, chi è ancora indeciso e chi aspira alla Regione. La nuova geografia dopo la divisione tra FI e NCD
18 febbraio 2014

TERAMO – C’è chi abbandona  e chi mira più in alto, chi sceglie di stare con Forza Italia e chi invece preferisce il  Nuovo Centro Destra. Ecco cosa faranno gli attuali assessori della Giunta Brucchi nella prossima tornata elettorale. Dal prossimo anno il loro numero sarà ridotto: per legge si passerà a 8 assessori e 32 consiglieri comunali.

MASSIMO TASSONI (Urbanistica): «NON MI RICANDIDO» - Iniziamo questa carrellata con una voce “fuori dal coro”, ossia l’unico che ha scelto di non ricandidarsi. «Dopo 10 anni – afferma Tassoni – è giunto il momento di lasciare spazio ad altri, e, a quanto vedo, c’è una folta schiera di persone pronte a partecipare alla competizione politica. Per me invece è arrivato il momento di prendere una pausa di riflessione,  sono stati 10 anni intensi, come assessore ho portato a termine ciò che mi ero prefisso, ossia i Pisu, il cui iter ormai è segnato. E’ anche un momento particolarmente difficile per la politica in genere, la gente ha perso fiducia e non posso biasimare chi la pensa così, ma allo stesso tempo, da “addetto ai lavori” posso dire che invece ci sono amministratori che ogni giorno si corciano le maniche per ottenere un risultato utile alla collettività, nonostante i continui tagli e gli insulti che spesso prendiamo».

MIRELLA MARCHESE (Anagrafe): «MI RICANDIDO AL COMUNE» - Smentisce invece i rumor che la volevano in corsa per la competizione regionale l’assessore Mirella Marchese, l’unica donna presente in Giunta. «Questa esperienza mi è servita a stare a contatto con la gente e a capire e cercare di risolvere i piccoli grandi problemi del quotidiano. Mi ricandiderò quindi con Forza Italia».

GIORGIO D’IGNAZIO (Politiche sociali) TENTA IL “GRANDE SALTO” – E’ invece pronto per correre alle regionali l’assessore Giorgio D’Ignazio, che si candiderà con il Nuovo Centro Destra. «Dopo 15 anni di intensa attività sul territorio – afferma- credo che i tempi siano maturi per candidarmi alla Regione. In politica la gavetta è importante, direi fondamentale, il problema è che oggi pretendono di candidarsi persone che non hanno mai fatto nulla, creando inevitabilmente dei danni».

PIERO ROMANELLI (Pubblica istruzione): «FEDELE A GATTI» – Resta fedele alla lista “Futuro In”, legata a Paolo Gatti, l’assessore Piero Romanelli, che conta nella riuscita del sindaco Maurizio Brucchi e spera di riottenere la delega per poter continuare l’impegno nel settore degli asili nido, ma anche per la realizzazione del nuovo Polo scolastico.

RUDY DI STEFANO (Manutenzioni): «SONO CURIOSO» - Non abbandona la nave neanche l’altro “Gattiano” di ferro, Rudy Di Stefano, desideroso di sottoporsi al giudizio dell’elettorato. «Sono curioso di sapere cosa pensa di me la gente dopo questi 5 anni di attività, in cui sono convinto di aver essermi dedicato anima e corpo al mio incarico. Credo che, al di là delle polemiche e delle critiche, ma anche degli attestati di stima che un assessore può ricevere, alla fine conti il dato oggettivo, la conferma, o meno, della fiducia degli elettori».  

GUIDO CAMPANA (Eventi): «HO DECISO, MI RICANDIDO»  - Campana, in passato, aveva manifestato qualche perplessità in merito ad una futura ricandidatura. Adesso tutti dubbi sembrano essere svaniti, e Campana è pronto a correre ancora a sostegno del sindaco Brucchi, molto probabilmente si ripresenterà con la lista civica “Al centro per Teramo”.

MARIO COZZI (Commercio), indeciso tra FI e NCD – Cozzi sta ancora valutando con quale dei due schieramenti presentarsi. «Ho una certezza – afferma – è la coalizione che vince, il gioco di squadra è importantissimo, qui da  noi non ci sono frizioni tra Fi e Ncd, abbiamo sempre ottenuto dei buoni risultati restando uniti e continueremo a farlo».

ALFONSO DI SABATINO MARTINA, (vicesindaco e assessore al Bilancio) PREPARA LA LISTA – Anche lui si potrebbe annoverare tra gli indecisi, anche se al momento sembra che stia preparando una lista in sostegno del sindaco Brucchi. Forse per lui si profila anche una candidatura regionale.

GIORGIO DI GIOVANGIACOMO (Lavori pubblici): «CREDO NEL LAVORO DI SQUADRA» - Anche l’assessore ai Lavori pubblici e la Traffico, come molti altri, punta sul lavoro di squadra, e, con buona probabilità tornerà in campo con la lista civica “Al centro per Teramo”, o, in alternativa, con Forza Italia. «Il mio obiettivo è fare vincere Brucchi», afferma.

GIACOMO AGOSTINELLI (Pianificazione strategica): «STO CON FORZA ITALIA» - Nessun dubbio invece per l’assessore “strategico” Giacomo Agostinelli, che ha deciso di ripresentarsi alle prossime elezioni e di stare con Forza Italia. «Non ci sono divisioni interne, appoggiamo il sindaco Maurizio Brucchi», conclude.  

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter