Esplode nella notte tubatura della linea da 20mila volt di fronte alla stazione Fs: panico e danni. Evitata una tragedia FOTO VIDEO

Il manto stradale si è sollevato. La causa nell'usura di una condotta vecchia di 60 anni. Di giorno avrebbe provocato conseguenze drammatiche
03 ottobre 2017

TERAMO - L'esplosione di un cavo dell'alta tensione, da 20mila volts, che corre sotto il tracciato di viale Crispi, nei pressi della stazione ferroviaria, avrebbe fatto rischiare una tragedia se non si fosse verificata questa notte all'una ma appena qualche ora prima, con la strada piena di traffico e molto frequentata per la presenza di negozi, del market Globo, bar, ricevitorie e un distributore di benzina. Il boato provocato dall'esplosione ha svegliato i residenti fino al quartiere della Gammarana, il tombino, che era 'murato' sotto dieci centimetri di asfalto, del peso di almeno 40 chili è stato sbalzato a dieci metri dalla sua sede, il fondo stradale si è gonfiato e pezzi di bitume sono volati dapertutto, uno addirittura fin quasi l'ingresso della stazione ferroviaria. Per fare un esempio del rischio corso: se una utilitaria fosse transitata sopra quel tombino sarebbe stata sollevata da terra per la forza dell'onda d'urto.
Come sia potuto accadere, hanno provato a chiarirlo i tecnici di "e-distribuzione" che sono accorsi subito sul posto assieme ai vigili del fuoco del comando di Teramo e degli agenti della squadra volante della Polizia di Stato. L'usura di una linea posata circa 60 anni fa, forse una delle primissime da 20mila volts a Teramo, ha provocato il surriscaldamento di una giuntura fino alla creazione di una sacca di gas che al corto circuito dei fili contenuti nel tubo è esplosa cercando sfogo attraverso un tombino 'murato', fatto sparire dai lavori di asfaltatura. L'esplosione ha provocato anche una fiammata e poi piccoli focolai nel crepitìo della corennte, trasformando la zona in una scena apocalittica. Per fortuna in quel momento non c'era nessuno nella zona e i residenti si sono precipitati ai balconi per capire cosa fosse succeso, mentre un black out ha lasiato al buio tutta la zona di viale Crispi dalla stazione fino al tribunale.
Sul posto sono intervenuti anche i tecnici comunali che hano predisposto intato un transennamento per isolare il punto dell'esplosione, ma non è detto che in mattinata la strada non sia transitabile e dunque si prevedono notevoli disagi al traffico dei pendolari aggravato dai percorsi dei mezzi urbani ed extraurbami, che dovranno essere modificati per i lavori.

Voto medio (3 voti; 4.00)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
Ultimi commenti
Loading...