Falsi danni del terremoto, sotto accusa 4 geometri

Controguerra, le lesioni alle abitazioni private erano preesistenti
23 marzo 2012

TERAMO - Geometri sotto accusa per le pratiche di rimborso dei danni del terremoto. Il pubblico ministero Stefano Giovagnoni ha infatti emesso il decreto di chiusura delle indagini in cui sono coinvolti anche quattro professionisti di Controguerra per aver truffato sulle pratiche per il ristoro delle conseguenze provocate dal sisma del 2009. Dunque dopo l'indagine che aveva permesso di scoprire irregolarità a Corropoli, ecco un altro polverone sulle procedure amministrative, con perizie falsate per avvalorare le richieste presentate dai privati cittadini. In sostanza, si chiedevano risarcimenti per danni che invece erano già preesistenti. Ovviamente, su queste pratiche c'era l'avallo dei geometri per i quali adesso la procura teramana chiede il processo per complessivi 11 capi di imputazione. Altri fascicoli d'inchiesta condotta sempre dal pm Giovagnoni, riguardano vicende analoghe a Canzano e Isola del Gran Sasso.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter