Fiume Tordino, la Polizia municipale sequestra un'area da 3.500 metri quadri

Gli agenti hanno scoperto un'attività illecita in Contrada Fiumicino. Denuciato il rappresentante legale della ditta
06 agosto 2013

TERAMO – Contrada Fiumicino: la Polizia Municipale ha posto sotto sequestro preventivo un’area di circa 3500 metri quadri e ha denunciato una persona per furto e violazione della normativa sulla tutela dell’ambiente. L'attività è scaturita nel corso di un normale servizio di controllo del territorio, quando il personale di un’autopattuglia ha notato dei mezzi in attività a ridosso dell’alveo del Fiume Tordino. Dopo breve osservazione, gli agenti si sono resi conto che si trattava di asportazione abusiva di materiale alluvionale da una zona sottoposta a vincolo di tutela ambientale. Successivamente, ulteriori indagini hanno permesso di accertare che sulla rampa di accesso alla zona oggetto degli scavi, erano depositati rifiuti speciali utilizzati come fondo. Da tutto ciò è scaturito il sequestro preventivo dell’area e il deferimento all’autorità giudiziaria del rappresentante legale della ditta che stava eseguendo tali operazioni. Dell’attività è stato informato immediatamente il pubblico ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, Dott.ssa Laura Colica. Il sequestro preventivo è stato poi convalidato dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Teramo, Giansaverio Cappa, che ha emesso Decreto di sequestro preventivo del sito.

 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter