Fulminato da un infarto a 33 anni sotto gli occhi della moglie e del figlio

Tragica morte di un noto impresario funebre di Campli: Moreno Esposito era nella sua abitazione estiva di Tortoreto
10 agosto 2018

TORTORETO - Un infarto fulminante, che non gli ha dato scampo, nonostante i soccorsi. Nella notte estiva di Tortoreto, un malore improvviso ha portato via un papà di 33 anni, Moreno Esposito, noto impresario funebre di Campli. Era nella sua abitazione estiva di Tortoreto Lido, in via Guido Gozzano, con la sua famiglia, la moglie e un bimbo di due anni. Era rientrato dal lavoro, come ogni sera e aveva da poco finito di cenare: ha cercato un pò di fresco nell’afosa serata di Tortoreto, nel cortile dell’abitazione al pianterreno di uno dei quattro condomini gemelli tra via Parini e via Spataro, quando si è accasciato sul pavimento. Le urla della moglie Miriam hanno richiamato l’attenzione dei vicini, subito è partita la richiesta di soccorsi al 118. Due le ambulanze che hanno raggiunto in pochi minuti la zona a sud di Tortoreto ma lo sforzo dei sanitari è stato vano: Moreno non ha risposto a tutti i tentativi di rianimazione, proseguiti per oltre tre quarti d’ora, tra la disperazione della giovane moglie e di altri parenti che vivono vicino e sono subito accorsi. Il medico del servizio di emergenza ha dovuto arrendersi all’evidenza, stilando il referto di accertamento di decesso per morte naturale. Si ipotizza l’attacco cardiaco anche se nulla potrà chiarirlo perchè trattandosi di morte naturale non si procederà con un’autopsia: la salma, composta nell’abitazione, è a disposizione della famiglia per le esequie. La tragica scomparsa di Moreno Esposito ha fatto rapidamente il giro della provincia, da Tortoreto, dove l’imprenditore si trasferiva d’estate per far trascorrere la bella stagione al mare al piccolino, fino a Campli, dove viveva nella frazione di Garrufo ed era molto conosciuto e non solo per la sua attività. Moreno aveva la passione per i can e per la caccia, ma collaborava anche con una macelleria alla Traversa e era un cultore della porchetta italica di Campli, che proprio  tra una settimana vivrà la sua tradizionale e annuale sagra.

Voto medio (5 voti; 4.80)
Vota:
counter