Gli architetti replicano all'assessore: «Bizzarro posare cemento ai piedi degli alberi e poi demolirlo»

Continua la polemica sui lavori di via Nazario Sauro: i professionisti aspettano però di ricevere le carte dal dirigente dell'area tecnica
19 ottobre 2017

TERAMO - Viene definita "alquanto bizzarra" la modalità di eecuzione dei lavori di ripavimentazione di corso Nazario Sauro in prossimità degli alberi, dall'Ordine degli architetti di Teramo, per come sono stati descritti  dall'assessore comunale Gian Luigi Core in risposta alle sollecitazioni degli stessi professionisti e degli agronomi a rispettare il regolamento comunale del verde pubblico. La polemica è sulla realizzazine del massetto cementizio fino alla base degli alberi, cemento che verrà demolito nelle parti dove verranno realizzate le aiuole con il posizionamento delle grate: «Ci auguriamo che l'agronomo che supporta l'amministrazione - dicono gli architetti - venga coinvolto attivamente per la tutela del verde e che lo strato cementizio venga eliminato al più presto per essere sostituito da terreno vegetale». L'Ordine professionale ricorda però che è ancora in attesa dela risposta ufficiale del dirigente dell'area tecnica, «magari corredata da elementi tecnici che ci aiutino a comprendere le modalità dei lavori e gli accorgimenti messi in atto per il rispetto delle norme del regolamento del verde».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter