I sindacati a D'Alfonso: «Accordo con le banche per l'anticipo di Cig e mobilità»

Cgil, Cisl e Uil chiedono una convenzione regionale per pagare gli ammortizzatori sociali
04 settembre 2014

TERAMO – Lettera congiunta di Cgil, Cisl e Uil al governatore D’Alfonso per chiedere la stipula di una convenzione tra Regione e istituti di credito abruzzesi che consenta di anticipare le indennità relative alla cassa integrazione straordinaria e in deroga. “I decreti la Cigs vengono firmati dal ministero del Lavoro a distanza di 7, anche 8 mesi dall’accordo sindacale”, si legge nella nota a firma dei segretari regionali, Gianni Di Cesare (Cgil), Maurizio Spina (Cisl) e Roberto Campo (Uil). “Per la Cig e la mobilità in deroga – proseguono i rappresentanti sindacali – i pagamenti sono invece fermi a marzo di quest’anno e quasi tutte le aziende non hanno la liquidità per poter anticipare”. Una situazione, quella dei ritardi nel pagamento degli ammortizzatori sociali, che sta creando un forte disagio tra lavoratori e famiglie abruzzesi. Alcune Province, ad esempio quella di Teramo, avevano già stipulato convenzioni simili con le banche ma, spiega ancora la lettera, “oggi non sono in grado di rinnovarle per le incertezze istituzionali” sul destino degli enti provinciali. Di qui la richiesta di una convenzione a valenza regionale con le banche abruzzesi. “Non è una soluzione ai drammatici problemi dell’occupazione – chiudono i tre segretari – ma un segnale di responsabilità, sensibilità e vicinanza a tante persone in difficoltà”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter