Il Comune cerca scrutatori per il referendum. Ecco le regole

Può partecipare all'avviso pubblico chi è già iscritto nell'apposito Albo. Domande entro il 24 febbraio
11 febbraio 2020

TERAMO - Il Comune di Teramo ha pubblicato l'avviso per la nomina degli scrutatori  per il referendum popolare del prossimo 29 marzo. All'avviso pubblico possono rispondere i cittadini già iscritti all'Albo degli scrutatori e che intendono candidarsi a svolgere le funzioni in questa otornata elettorale. Essi dovranno presentare una domanda - allegando un documento di identità in corso di validità, a pena di esclusione - in cui dichiarino di essere in possesso dello status di disoccupati o inoccupati o di essere studenti non lavoratori. La domanda di partecipazione va presentata entro e non oltre il prossimo 24 febbraio.

Le domande, redatte secondo il fac-simile allegato, dovranno pervenire all’ufficio protocollo del Comune di Teramo o essere inviate per posta elettronica certificata all'indirizzo: affari generali@comune.teramo.pecpa.it.
Nel caso in cui venga utilizzata quest’ultima modalità di invio, la domanda dovrà essere firmata digitalmente ovvero dovrà essere firmata a mano e scansionata.

Qualora le domande dovessero pervenire in numero superiore a quello occorrente, si procederà al sorteggio pubblico tra gli iscritti all'Albo che abbiano dichiarato il possesso dei requisiti previsti dal presente avviso  pubblico, inserendo quelli in eccesso nell'elenco dei supplenti. Al contrario, nell'ipotesi in cui dovessero risultare insufficienti, per i posti mancanti si procederà al sorteggio degli scrutatori attingendo tra tutti gli altri iscritti all’Albo. Si sottolinea che gli interessati possono consultare l’avviso in oggetto sul sito del Comune di Teramo, nella parte dedicata alle notizie dei settori.

 
Voto medio (2 voti; 2.50)
Vota:
counter