Il Comune trova altri 98mila euro per sistemare strade a Miano, Secciola, Colleminuccio e Colleatterrato

Si tratta del recupero di un fondo Imu-Tasi. Di Bonaventura: "Piano piano troveremo risorse e tempo per intervenire nelle altre zone"
03 ottobre 2019

TERAMO - La giunta comunale, e segnatamente l’assessorato alle manutenzioni, ha programmato la realizzazione di alcuni interventi urgenti sul territorio comunale inerenti la sistemazione di strade con relative opere accessorie. L’operazione è possibile grazie al recupero di un fondo IMU/TASI di oltre 98mila euro col quale saranno realizzati due interventi:  il primo, riguarda il rifacimento del manto stradale della frazione Bivio Miano (Teramo Alta) e della frazione Fiumicino-contrada Secciola per un importo complessivo di 54.676,75 euro; il secondo riguarda l'ispezione e gli eventuali successivi interventi di sistemazione e ripristino di sistemi di smaltimento acque bianche in Piazza Garibaldi, Via Cipollone-Rischiera, Via Montorio, con una disponibilità di 43.775,52 euro. L’eventuale ribasso d’asta derivante dall’affidamento dei lavori sarà destinato al rifacimento del manto stradale della frazione di Villa Turri.
Ulteriore intervento di manutenzione è invece possibile grazie alla cessione di un immobile di proprietà comunale. Il ricavato di 250.480 euro, consentirà l’intervento a San Nicolò, Colleatterrato Alto, Colleatterrato Basso, Colleminuccio, Galeotti, San Pietro ad Lacum. Anche in questo caso, l’eventuale residuo proveniente dal ribasso d’asta, sarò utilizzato per due interventi in altrettante aree del territorio.
Le zone del territorio comunale non interessate da tali più emergenziali lavori, saranno oggetto di specifici interventi con ogni probabilità dopo la prossima primavera.
L’assessore Valdo Di Bonaventura dichiara: “Mentre continuano le attività programmate per il Piano Asfalti che, come noto, interessano la cinta urbana e che saranno conclusi presumibilmente entro la prossima Primavera, l’amministrazione si sta adoperando per realizzare analoghi interventi nelle aree frazionali. Così, individuati i siti che necessitano di più urgente lavoro, stiamo monitorando tutte le possibilità e le opportunità offerte dalle casse e dalle economie municipali. Continuiamo pertanto a vigilare sulle occasioni che ci consentiranno di procedere all’esecuzione di interventi atti a ristabilire le condizioni di sicurezza”.

Voto medio (1 voti; 4.00)
Vota:
counter