Il Cubo dell'Ateneo domina la rotonda di Colleparco: è il giorno della visita di Mattarella

Il Capo dello Stato troverà Colleparco lucidata a nuovo. Alle 11:30 dopo l'inaugurazione a UniTe, scenderà dal corso San Giorgio fino alla Cattedrale
09 febbraio 2020

TERAMO - E' tutto pronto per l'arrivo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, atteso domattin all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Teramo. al Campus Saliceti. Una visita di cui ha beneficiato con evidenza il quartiere di Colleparco, che dalle ultime ore può contare su una rotonda nuova di zecca all'incrocio tra via Balzarini e viale Memmingen: grazie all'intenso lavoro degli operai di comune e università, sotto l'attenta direzione dell'assessore Valdo Di Bonaventura, sono state messe a punto le riiniture e il 'Cubo di Tangram', simbolo dell'ateneo teramano, campeggia al centro dello snodo viario, su un fondo di erba e fiori. Tutto intorno al tracciato che separa il Campus dal Palazzetto dello sport di Scapriano, dove atterrerà l'elicottero presidenziale, il tappeto di asfalto è nuovo di zecca così come la segnaletica orizzontale. Analoga pulizia di aiuole e strade è stata attentamente rivista in centro città, sul percorso che Mattarella farà per raggiungere la Cattedrale di Teramo. Il Capo dello Stato chiuderà l'inaugurazione dell'anno accademico con il suo intervento alle 11:20 e dieci minuti più tardi sarà a Piazza Garibaldi da dove si dirigerà verso piazza Martiri e poi piazza Orsini, percorredo il corso San Giorgio. Sul sagrato del Duomo sarà accolto dal sindaco Gianguido D'Alberto, dal presidente della Regione Marco Marsilio e dal presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura. Poi si dedicherà ad una visita privata della Cattedrale, chiusa al pubblico, accompagnato dal vescovo di Teramo-Atri, monsignor Lorenzo Leuzzi.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter