Il coordinamento dei quartieri plaude al baratto e boccia il nuovo ospedale

Incontro con gli assessori in municipio: chiesta un'accelerazione delle procedure per teatro romano, contratto di quartiere Cona e Centrale Enel
14 settembre 2018

TERAMO - Diffidenza, se non contrarietà, all'ipotesi della costruzione di un nuovo ospedale, interesse per il Baratto amministrativo, richiesta di accelerazione delle procedure amministrative per chiudere i discorsi aperti su Teatro romano, Centrale Enel e rimodulazione del contrato di quartiere della Cona. Sono alcuni degli argomenti affrontati nel corso dell'incontro che ieri pomeriggio il Coordinamento dei Comitati di quartiere, presideuto da Domenico Bucciarelli, ha avuto con gli assessori Di Bonaventura, Di Padova e Falini, nella sede municipale. Gli assessori hanno ribadito l'impegno da parte dei competenti uffici nell'assolvimento delle pratiche al fine di permettere una rapida definizione del contesto amministrativo. Secondo il Coordinamento il baratto amministrativo, può consentire una migliore attenzione nella manutenzione della cosa pubblica e ha manifestato. Sul tema della localizzazione del nuovo Ospedale ha invece manifestato alcune riserve su una nuova collocazione del nasocomio in quanto provocherebbe un ulteriore squilibrio territoriale della citta, con ripercussioni sociali ed economiche. Gli assessori sull'argomento hanno ribadito che la nuova Giunta non ha ancora formulato compiutamente una sua analisi e che, pertanto, farà conoscere le sue decisioni non appena in possesso di ulteriori dati.

Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter