Il corteo del Primo Maggio a Giulianova, focus su Lavoro, Diritti e Stato sociale

Le segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil puntano sul rilancio di un percorso in un'Europa più equa per i lavoratori
27 aprile 2019

TERAMO - Sarà sempre Giulianova ad ospitare il tradizionale corteo del Primo maggio, organizzato dalle Segreterie provinciali di Cgil. Cisl e Uil. Quest'anno il tema scelto è quello del Lavoro, Diritti e Stato sociale nella nostra Europa. Il corteo sfilerà dalle 9:30 in via Matteotti e si concluderà con l'intervento della Segretaria confederale Cgil, Rosanna Dettori.
"L’Europa politica, sociale e contrattuale - scrivono i segretari Giovanni Timoteo (Cgil), Fabio Benintendi (Cisl) ed Emidio Angelini (Uil) -, è oggi l'unico sbocco per orientare in senso progressivo le grandi transizioni in atto, per stabilizzare e pacificare il contesto internazionale e garantire alle persone che lavorano dignità, tutele e diritti. C’è un cammino da far ripartire, un percorso verso l’integrazione da rinvigorire, in un’Europa più equa per i lavoratori. Solo in una dimensione realmente comunitaria possiamo fronteggiare il dumping salariale che si diffonde in modo sempre più preoccupante, pesare sulla bilancia dei rapporti industriali e commerciali, innalzare politiche sociali, innovazione e produttività, incrementando tutele dei lavoratori, opportunità delle nuove generazioni e qualità della vita di chi è in pensione. Ma tutto questo richiede la ripartenza di un progetto che negli anni si è andato indebolendo, stretto da una crescente finanziarizzazione dei mercati e dall’ottusa miopia di istituzioni tecnocratiche e sorde alle esigenze delle persone, dell’economia reale e del lavoro".
In coerenza con questo percorso di sostegno e supporto di valori in questi tempi particolarmente delicati, anche sul territorio teramano i sindacati intendono manifestare "il rinnovato impegno per un'Unione Europea fondata su diritti, lavoro e solidarietà".
Al corteo, anche per sostenere la vicinanza di territorio ed istituzioni, sono stati invitati il presidente della Provincia e tutti i sindaci del teramano con il Gonfalone dei Comuni,i parlamentari e i consiglieri regionali  per testimoniare la condivisione e l’impegno di tutta la comunità verso questi valori imprescindibili.

 
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter