Il generale Sirimarco in visita istituzionale al procuratore Guerriero

In tribunale incontro tra i vertici investigativi regionali: «Alto il livello di guardia contro la criminalità»
15 settembre 2015

TERAMO - Visita istituzionale questa mattina del generale Michele Sirimarco, nuovo comandante regionale dei carabinieri, alla Procura di Teramo. L‘alto ufficiale dell’Arma, che ha preso il posto del pari grado Quarta, si è intrattenuto con il procuratore capo Antonio Guerriero e i sostituti Auriemma, Rosati e Sciarretta, ha visitato gli uffici della procura e la nuovissima e tecnologica sala intercettazioni. L’occasione è stata utile per rinsaldare gli auspici di una forte e concreta sinergia tra l’ufficio della pubblica accusa e i settori dell’Arma, alcuni dei quali molto specializzati e in possesso di professionalità di alto valore investigativo. E’ stato lo stesso generale Sirimarco, accompagnato dai colonnelli Romano e De Pasquale, e dai maggiori De Luca e Mazzotta, a sottolineare la necessità di una rinnovata disponibilità tra procura e investigatori per far fronte a nuovi fenomeni criminali per la prima disvelati nella regione Abruzzo e per questo degni della massima attenzione d parte delle forze dell’ordine. Il procuratore Guerriero ha sottolineato la necessità di un aumentato livello di guardia nei confronti della criminalità organizzata, non solo quella tradizionale ma anche quella rafforzata dall’innesto delle varie etnie straniere, rappresentate dai romeni, dagli albanesi e in molti casi anche dai rom. Nondimeno inferiore è la vigilanza sul fenomeno immigratorio, che il procuratore Guerriero ha definito importante anche per la nostra regione e per il Teramano, sul quale nei prossimi mesi saranno rese note le azioni investigative con la stesura di protocolli comuni tra procura e corpi investigativi.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter