Improvvisò una preghiera in strada per la bimba deceduta, il grazie della famiglia al poliziotto teramano

I famigliari hanno scritto al Capo della Polizia per sottolineare il gesto di umanità del vice comandante Antonio Bernardi
07 ottobre 2017

TERAMO - Ci sono circostanze della vita che pongono a dura prova gli operatori, chiamati a intervenire per soccorso. Soprattutto quelle in cui le vite si spezzano in un batter di ciglio, come gli incidenti stradali. Mestieri come quelli dei medici e degli infermieri dell'emergenza, dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della polizia stradale, si confrontano con una quotidianità che rende necessario, prima o poi, un 'distacco' professionale - da non confondere con l'indifferenza - dal dolore e dalla sofferenza. Ma le divise posono soltanto coprire, non cancellare, l'animo di donne e uomini come tutti gli altri. E quando ad accorgersi di questo, a riceverne sollievo, anche solo per un attimo, sono le persone colpite dal dolore e dal lutto, l'esser soccorritori raccoglie il giusto appagamento. Come il 'compiacimento' che il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, assieme al questore di Teramo, Enrico De Simone, e al direttore centrale della Polizia stradale, Giuseppe Bisogno, hanno tributato al poliziotto teramano, sostituto commissario Antonio Bernardi, vice comandante della Polizia stradale di Teramo guidata da Pietro Primi. Il riconoscimento arriva dalla toccante lettera che i genitori della piccola Diana, la bambina di 9 anni deceduta nel terribile incidente di oltre un anno fa a Zampitto di Basciano che coinvolse tutta la sua famiglia, hanno scritto. Ha colpito il gesto compiuto dal poliziotto originario di Gallipoli, che era sul posto anche se libero dal servizio, per aiutare i colleghi nei rilievi e che radunò tutti gli operatori del soccorso presenti per raccoglierli in preghiera attorno al corpicino della vittima, composto pietosamente nell'ambulanza della Croce Rossa di Teramo. «Ringraziamo un Uomo delle istituzioni - scrivono i genitori della piccola Diana -, un Uomo  con un grande senso del dovere... ma di profonda umanità, di poliziotto e di padre di famiglia che si commuove per gli altri e non lesina una parola buona, uno sguardo, un sorriso, che noi sappiamo bene quanto abbiano la capacità di rendere certi addii più lievi, meno faticoso il peso di un'assenza o di un doloroso percorso». Bernardi, come sottolineato anche dalle parole che Gabrielli ha scritto ai famigliari della piccola, interpreta quel senso di umanità che contraddistingue gli uomini della Polizia di Stato. Il vice comandante della Polstrada teramana non è nuovo a questi riconoscimenti: ha ricevuto compiacimenti anche per aver salvato dalle macerie del terremoto di Amatrice una bambina e per aver avuto un ruolo attivo anche nel salvataggio della piccola Katia di 2 anni che trascorse una notte all'addiaccio nell'agosto di due anni fa a Cusciano.

Voto medio (4 voti; 5.00)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
Loading...