Il mare abruzzese fa tre vittime in un giorno

Dopo Alba e Pineto, annega anche un venditore di cocco polacco a Casalbordino
22 giugno 2016

TERAMO - Giornata tragica senza precedenti in Abruzzo per quanto riguarda le vittime del mare. Oltre quelle di Alba Adriatica stamattina e di Pineto nel pomeriggio, una terza tragedia si è verificata a Casalbordino. In questo caso la vittima è un venditore di cocco, un 30enne polacco. L'uomo dopo aver lasciato i vestiti a riva si era immerso in acqua poco prima delle 15 in un tratto di spiaggia libera nei pressi del lido Amarcord. Alcuni bagnanti non vedendolo tornare a riva hanno dato l'allarme chiedendo l'intervento di un bagnino che l'ha visto galleggiare al largo a diverse decine di metri. Portato a riva i soccorritori hanno cercato di rianimarlo per oltre mezz'ora. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e un'eliambulanza. Per i rilievi di legge carabinieri della stazione di Casalbordino e i militari dell'Ufficio circondariale marittimo di Vasto coordinati dal tenente di vascello Cosimo Rotolo.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter