Il mercato contadino: un esperimento conveniente

A Torricella la vendita dei prodotti della terra direttamente dal produttore al consumatore
13 maggio 2008
TERAMO - Parte da Torricella Sicura la prima esperienza di mercato contadino abruzzese, l’iniziativa promossa dal Gal Appennino Teramano che punta alla valorizzazione dei produttori locali e all’orientamento al commercio. Caratteristica ell’iniziativa, che si svolgerà dal 16 al 18 maggio, è la conoscenza precisa della provenienza dei prodotti che potranno essere acquistati direttamente dai produttori con una convenienza del 30% dovuta all’assenza di figure intermediarie. Il “farmer market” è una iniziativa pensata in Europa circa vent’anni fa e si propone di diventare un’abitudine allargata alle regioni italiane. L’iniziativa di Torricella, realizzata in collaborazione con le Acli di Teramo, la Cia e la Coldiretti provinciale, è una esperienza che punta a creare le condizioni per un appuntamento fisso. Per fare questo occorrerà una legge che finanzi i mercati contadini in Abruzzo. Di questo e delle altre esperienze italiane dei mercati contadini, si parlerà in un convegno in programma per venerdì al Comune di Torricella alla presenza di Marco Boschetti, consulente dell' ex ministro alle Politiche agricole, De Castro, e dell’assessore regionale all’agricoltura, Marco Verticelli. Non mancheranno, nel corso della visita al mercato, momenti didattici e di intrattenimento, come la degustazione di lumache e di carne marchigiana. ”La manifestazione - ha sottolineato Carlo Matone, presidente del Gal Teramano - coinvolge una ventina di produttori in rappresentanza di tutta la filiera dell’agricoltura e si propone di diventare una esperienza culturale che leghi i produttori al territorio. L’iniziativa è un modello originale di vendita al dettaglio che ha il merito di accorciare la filiera favorendo l’acquisto dei prodotti della terra a prezzi ragionevoli".
Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter