Il ministro Lorenzin a Teramo: «Questo acceleratore in un ospedale di provincia è un miracolo italiano» FOTO VIDEO

Pomeriggio al Mazzini con il delegato alla Salute del Governo: incontra i pazienti, taglia il nastro, fa i complimenti agli infermieri e invita a investire su manager capaci e ad assumere personale
11 maggio 2017

TERAMO - Unico in Abruzzo, tra i 5 in servizio in Italia, il nuovo acceleratore lineare Varian dell’ospedale Mazzini di Teramo è una porta spalancata sulla speranza di tanti pazienti malati di cancro. Acquistato e messo in esercizio in un anno, costato oltre 3,3 milioni di euro, è stato inaugurato nel pomeriggio di oggi, nel reparto di radioterapia, dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Capace di maggior personalizzazione dei trattamenti radioterapici e di aggredire con alti dosaggi su volumi molto piccoli particolari tumori cerebrali e polmonari, permette al nosocomio teramano di fare un deciso salto di qualità nell’offerta sanitaria e soprattutto costituire attrattiva terapeutica anche oltre regione. Il ministro, prima di incontrare il personale nell'aula convegni - accompagnata dall'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, dal direttore generale della Asl di Teramo, Roberto Fagnano, dai direttori amministrativo e sanitario, Maurizio Di Giosia e Maria Mattucci, dal sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi e dal primario della Radioterapia, Carlo D'Ugo - si è intrattenuta con alcuni pazienti del reparto impegnati nella terapia. «Soltanto vedere il loro sguardo mi dà la forza per portare avanti battaglie importanti per la sanità: che ci sia possibilità di accesso a una terapia così importante in un piccolo ospedale di provincia come questo, senza offesa, è uno dei miracoli italiani». Il ministro si è soffermato poi anche sulla situazione sanitaria regionale abruzzese: «L’Abruzzo è uscito dal commissariamento, e io sono molto soddisfatto delle griglie Lea. Quando si raggiunge un risultato - ha detto - non si deve credere che fosse scontato, bisogna andare avanti e investire su buoni amministratori, su buoni manager, su una classe dirigente della sanità che sia in grado di percepire i grandi cambiamenti ma che al tempo stesso sia umana». La Lorenzin ha raccomandato programmazione sanitaria soprattutto sulla ricerca delle risorse, individuando i fabbisogni giusti e facendo assunzioni per evitare le ricadute negative sull’assistenza ai pazienti nei reparti. Il saluto del ministro è stato riservato al personale delle professioni infermieristiche, di cui domani ricorre la giornata mondiale: «Grazie, ha detto la Lorenzn, soprattutto per come assistite e soddisfate i vostri pazienti che gradiscono con percentuali bulgare la vostra presenza».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • Franca
    Scritto il 02 luglio 2017 alle ore 08:07:00
    "Un piccolo ospedale di provincia come questo"... se la poteva anche risparmiare. "Senza offesa"... di male in peggio.
Loading...