Il presidente Corecom, Lucci, a confronto con il ministo Di Maio

Obiettivo della convocazione è la discussione sul progetto 'Tv 4.0' e lo spazio ridotto per le emittenti locali
25 settembre 2018

TERAMO - Il presidente del Coordinamento italiano dei Comitati regionali per le comunicazioni (Corecom) e presidente del Corecom Abruzzo, il teramano Filippo Lucci, è stato convocato oggi, martedì 25 settembre, a Roma dal ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio al tavolo 'Tv 4.0'. «Una nuova sfida per il settore televisivo - spiega il presidente Corecom, Lucci - per la quale anche i Corecom daranno il massimo contributo di esperienza, di conoscenza e vicinanza al territorio, agli operatori del settore e soprattutto ai cittadini. Ringrazio - conclude Lucci - il ministro Di Maio per questa attenzione».
Lucci è accompagnato dal delegato ai rapporti con il Governo del Coordinamento italiano Corecom e Presidente del Corecom Campania, Mimmo Falco. L'incontro tra il Mise e i principali operatori del settore televisivo italiano «ha un duplice obiettivo - rileva il Corecom -, da un lato consentire un'attuazione organica della liberazione relativa alla banda 700 Mhz assicurando il massimo coinvolgimento dell'autorità indipendente di settore e degli operatori interessati e, dall'altro, quello di favorire la trasformazione digitale del settore televisivo attraverso il dialogo costante tra il Governo e gli operatori del settore. Un'operazione complessa per le emittenti, che vedranno ridotto lo spazio nel quale attualmente trasmettono, ma anche per i cittadini che in molti casi dovranno acquistare un nuovo tv o decoder».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter