L'Ordine dei medici celebra i 40 anni del SSN e lo scienziato Dionisi

Affollata assemblea a Mosciano con Il ricordo del patologo di Pietracamela che studiò la malaria. Benemerenza a chi ha compiuto 50 anni di professione.
21 dicembre 2018

TERAMO - Oltre 200 persone hanno partecipato all’Assemblea ordinaria dei medici e degli odontoiatri dell’Ordine provinciale di Teramo, al Blu Palace di Mosciano. Un appuntamento che al di là delle sue implicazioni associative, ha costituito momento di intensa partecipazione per la celebrazione - con la proiezione di un video della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri - dei 40 anni del servizio sanitario nazionale ma anche con il ricordo del dottor Antonio Dionisi: è stato Pierluigi Tarquini a ricordare la figura dello scienziato patologo nativo di Pietracamela e il cui nome è legato agli approfonditi studi sulla malaria, celebrato in un libro edito dall’Istituto zooprofilattico ‘Caporale’, distribuito ai medici presenti. Sotto la presidenza di Cosimo Napoletano, unico abruzzese a ricoprire il ruolo di consigliere nella Federazione nazionale degli Ordini, sono stati ricordati i medici venuti a mancare nell’ultimo anno, con il tributo a nomi come Ruggiero Corradetti, Dante Di Giammartino, Tommaso Lalli, Emidio Muccini e Luigi Muzii. L’assemblea ha approvato i bilanci 2017 e preventivo 2019 dopo la relazione dei tesoriere Domenico Gentile e del presidente dei revisori Felice Di Febbo, prima della pronuncia del giuramente di Ippocrate di nuovi medici e la consegna delle benemerenze a coloro che hanno raggiunto i 50 anni dalla laurea in medicina e chirurgia: Italo Catitti, Ernesto Della Noce, Tommaso Infante e Vincenzo Gargano. Sull’assemblea è scesa infine a benedizione impartita da monsignore Lorenzo Leuzzi, vescovo di Teramo e Atri.

Voto medio (1 voti; 4.00)
Vota:
counter