L'Urp compie 4 anni: da sportello a interfaccia 'amica' del cittadino

All'ufficio relazioni con il pubblico del comune si traccia un bilancio dell'attività istituzionale
15 febbraio 2014

TERAMO – E’ il crogiuolo dove convogliano le richieste più disparate, ma anche l’interfaccia diretta che l’amministrazione ha con il cittadino, e pertanto chiamato a un ruolo “sensibile”: l’Ufficio relazioni con il pubblico di Teramo compie questo mese 4 anni. Un arco di tempo durante il quale i cittadini hanno avuto modo di conoscere e apprezzare lo sportello istituito dal sindaco Brucchi, un "front-office" chiamato a risolvere ogni tipo di esigenza e a raccogliere anche le istanze più bizzarre. E’ capitato infatti che le due operatrici, Annalisa Di Giammarino e Alessia Palandrani, abbiano dovuto raccogliere speso lamentele particolari, come quella di un’anziana che chiedeva la rimozione di un 'fastidioso', per lei, altarino commemorativo, abbandonato all’incuria vicino alle poste centrali, o anche di chi ha confuso l’Urp del Comune con quello della Asl e che chiede la possibilità di accedere con il proprio cane negli uffici di Circonvallazione Ragusa. Richieste che fanno sorridere, ma a cui in qualche modo le due impiegate provano a dare una risposta: «Cerchiamo di non deludere i cittadini e anche di fronte alle richieste più impensabili proviamo a raccordarci con gli uffici di altri enti per far sì che fuori dalla nostra porta ognuno abbia una risposta in tasca, anche per quello che non è di nostra competenza». Ma per entrare appunto nelle “competenze”, quali sono le necessità per cui l’Urp è nato ed è chiamato a dare risposte? Oltre ad erogare informazioni sui diversi settori del Comune e a indirizzare il cittadino sulla strada più agevole per il disbrigo di una pratica, l'ufficio è comunemente noto per il rilascio delle 'chiavette' per il bike-sharing (fino ad oggi ne sono state consegnate 625) e delle autorizzazioni per la Ztl. Ma non tutti sanno che a questo sportello ci si può rivolgere per la consegna dei modelli Unico e 730, per avere le credenziali necessarie a stampare on-line tutti i certificati anagrafici, per prenotare l'auditorium del Parco della Scienza, per inoltrare denunce contro i capi contraffatti, ma soprattutto per la consegna dei contrassegni agli invalidi per ottenere le tessere di gratuito utilizzo dei mezzi pubblici (in questo caso ne sono state consegnate oltre 800). «E' bello vedere infine - spiega Annalisa Di Giammarino - che i cittadini hanno assimilato l'idea dello sportello come interfaccia dell'ente tanto da far arrivare anche le loro proposte. Pochi giorni fa, ad esempio, una signora è venuta per chiedere al sindaco di togliere la struttura che insiste sulla rotonda di piazza Garibaldi e di tornare alla vecchia fontana, comprese le piantine fiorate che segnavano i giorni del calendario. «Ovviamente ci sono altri strumenti di democrazia partecipata per inoltrare le proposte all'amministrazione - conclude la responsabile - ma ci fa piacere che i cittadini abbiano capito il nostro ruolo e che ci affidano con fiducia anche le apettative e le proposte per la città». L'apertura dell'Urp è stata una scelta azzeccata anche per il sindaco Maurizio Brucchi che soddisfatto del bilancio delle attività ha commentato: «Abbiamo voluto fortemente mettere a disposizione un'interfaccia con il cittadino per semplificare i processi della burocrazia e agevolare i contatti con la pubblica amministrazione. In questa direzione è andata anche l'istituzione della vetrina interattiva. I numeri e le attività poste in essere allo sportello ci hanno dato ragione e dimostrano che abbiamo colmato una necessità che i cittadini hanno sfruttato».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter