La Asl fissa il nuovo maxi concorso: in 651 per 9 posti di tecnico dei controlli ambientali il 25 settembre

Intanto non si trovano medici legali per le presidenze delle commissioni di invalidità. Indetta la terza selezione pubblica
22 luglio 2019

TERAMO - Trovare medici specialisti è sempre più difficile, mentre sono sempre più affollati i concorsi per i posti del personale delle professioni sanitarie. E' la situazione in cui si trova la Asl di Teramo. Deve ripetere, come già accaduto in altri concorsi per medici, l'avviso pubblico per la nomina dei presidenti delle commissioni mediche di invalidità, ma dovrà indire una preselezione prima della prova scritta del concorso per 9 posti di tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro. A quest'ultimo avviso, infatti, hanno risposto in 667 e ne sono stati ammessi 651.
Sono senza presidenza invece le commissioni mediche di invalidità di Nereto, Giulianova e Atri. La selezione pubblica indetta nello scorso mese di febbraio, tra i medici dipendenti o convenzionati con ll'azienda sanitaria teramana, è andata deserta e la Asl è stata costretta a ripetere l'avviso, 'allargando' la partecipazione anche ai medici non dipendenti. Evidentemente, però non si tratta di iniziativa accompagnata da una buona stella perchè i tre medici legali in graduatoria, ai quali a giugno sono stati conferiti gli incarichi, hanno rinunciato tutti. Dunque, le commissioni mediche per l'invalidità civile, handicap, disabilità, sordomutismo e cieco delle sedi distrettuali restano ancora con la presidenza vancante. L'azienda adesso corre ai ripari, bandendo un terzo avviso per medici legali, pubblicato con delibera firmata dal direttore generale Roberto Fagnano lo scorso 16 luglio.
Molto diversa la situazione per quel che riguarda i 9 posti di collaboratore professionale sanitario, in particolare personale di vigilanza ed ispezione, tecnico della prvenzione ambientale e dei luoghi di lavoro. Il concorso pubblico per titoli ed esami bandito il 13 giugno dello scorso anno, ha chiuso i termini di partecipazione, facendo risultare una grande mole di domande di ammissione. Sono state 667 sui cui la commissione è stata chiamata a valutare i requisiti di ammissione. Tra esclusioni e verifiche del possesso di requisiti sulla tutela dei concorrenti con disabilità, saranno in 651 a partecipare al concorso. Ma trattandosi di un numero superiore a 150, la Asl ha stabilito che il concorso vivrà una pre-selezione, come già accaduto per i concorsi relativi alle assunzioni di infermieri e di operatori socio-sanitari. Certo, i numeri non sono quelli dei concorsi precedenti, tuttavia sarà necessario individuare una sede che riesca ad ospitare un tale numero di partecipanti.  

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter