La Giornata del Ricordo tra storia e testimonianze all'istituto "Pascal-Comi"

Sabato una giornata studio per ricordare le vittime delle Foibe con gli studenti
11 febbraio 2015

TERAMO - In occasione della Giornata del Ricordo, istituita nel 2004, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia, che nel secondo dopoguerra (tra il 1943 e il 1945) colpì le popolazioni italiane dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, l’Istituto tcnico commerciale “Pascal-Comi” di Teramo organizza una giornata di studio, che si terrà il 14 febbraio nell’auditorium della scuola dalle 10,30 alle 13. I partigiani di Tito in un’ottica distorta della lotta antifascista, misero in atto una vera e propria pulizia etnica, costringendo alla fuga dalle loro terre centinaia di migliaia di italiani. Uccisero, inoltre, barbaramente cinquemila persone, scaraventandole – spesso ancora vive – nelle Foibe, grandi inghiottitoi di origine carsica presenti nella penisola istriana. Quella tragedia è una ferita, che ancora oggi sanguina non solo nei tanti sopravvissuti, ma nella memoria di tante famiglie, che non dimenticano le ingiustizie subite. Per ricordare quei terribili eventi gli alunni del Pascal-Comi, con la guida dei docenti di storia, vogliono partecipare da protagonisti alla celebrazione della Giornata del Ricordo. In auditorium interverranno Valeria Misticoni e Roberta Papa, che tratteranno gli aspetti storici e le questioni diplomatiche e internazionali che erano dietro alle scelte politiche del tempo. Alcuni testimoni di quei fatti porteranno la loro testimonianza attraverso il racconto di quelle vicende, che – loro malgrado – determinarono in modo doloroso la loro esistenza. Gli studenti dell’I.T.C. “Pascal-Comi” daranno il loro contributo leggendo brani di racconti, storie e pensieri, tratti dalla documentaristica di settore, nella quale sono conservate memorie scritte e fotografiche, per tramandare la memoria di tanta brutalità nelle future generazioni

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter