La paura e le psicosi del terremoto al Follemente Festival

La terza edizione della manifestazione si svolgerà dal 28 al 30 settembre. Ospiti della rassegna Mario Tozzi, Giampiero Mughini e Alessandro Haber
21 settembre 2017

TERAMO - La paura del terremoto e delle catastrofi naturali, e la 'psicosi' che questi eventi possono generare nella collettività, saranno al centro della terza edizione del 'Follemente Festival', il contenitore di eventi in programma a Teramo dal 28 al 30 settembre. La rassegna prevede tre giorni di incontri e dibattiti in cui la follia verrà scrutata, letta e rappresentata con gli occhi dell’arte, del teatro, della cronaca, del cinema, e del giornalismo. Protagonisti di questa terza edizione tre importati nomi nel panorama nazionale: il geologo e saggista Mario Tozzi, il giornalista Giampiero Mughini e l’attore Alessandro Haber, che porteranno il loro contributo personale e professionale per cercare di «esorcizzare la paura e stimolare la resilienza della popolazione». È previsto, inoltre, un approfondimento inedito sugli abissi della mente con il contributo scientifico fornito da professionisti del settore, nelle “Giornate della Follia” organizzate da Polyedra: due giorni di convegni accreditati dai più illustri intellettuali della psichiatria italiana con Massimo Di Giannantonio, professore ordinario dell’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara e Direttore del Dipartimento Salute Mentale Asl2 Lanciano Vasto Chieti in qualità di responsabile scientifico. L’approfondimento scientifico è abbinato al cartellone di iniziative pensate per il grande pubblico che verrà accompagnato per mano e avvicinato alla follia attraverso la suggestione di mostre, performance, cene “terapeutiche” e case-history eccellenti. Il cartellone è preceduto da una mostra a L’Arca, “I diversi volti della Follia”, inaugurata questa mattina e curata dagli studenti del liceo artistico “Delfico - Montauti” con il coordinamento dei professori Fabrizio Di Diodato e Giulio Di Marco. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 30 settembre.

PROGRAMMA Si parte giovedì, 28 settembre, alle 17.30 a Isola del Gran Sasso alla scuola di Borgo San Leonardo, con il geologo e saggista Mario Tozzi, conduttore della trasmissione Rai “Fuori Luogo” che approfondirà il senso degli eventi catastrofici che si sono abbattuti sul Centro Italia da cui è nato un focus che tenterà di trovare una ratio scientifica nella follia della natura. La sera, invece, è dedicata alla “dieta della mente” approfondita nel corso di una singolare “cena terapeutica” allestita dall’istituto Di Poppa Rozzi a cui seguirà un dibattito sulla correlazione tra alimentazione e patologia. Sempre giovedì sera, alle 21 alla Sala Ercolani (via Stazio 13) a Teramo, è previsto uno spettacolo di danza e musica da camera a cura di Mousiké Laboratorio Danza in collaborazione con l’associazione La Rondine. Venerdì 30 settembre prenderanno il via le sessioni scientifiche all’Hotel Sporting a Teramo, dedicate agli aspetti psicopatologico e psichiatrico forensi dei disturbi della coscienza, mentre alle 18.30 all’Ipogeo si terrà l’incontro-dibattito con il giornalista Giampiero Mughini che svesitrà i panni del sagace scrittore e raffinato giornalista per vestire quelli del paziente, schiacciato da un’ossessione particolare: una biblio-follia che lo porta da anni a collezionare libri. L’appuntamento con Follemente festival proseguirà, sabato 30 settembre, con l'inaugurazione della mostra pittorica curata dal Rotary Club Teramo Est intitolata "La follia del serpente" del Maestro Gigino Falconi. A chiudere la rassegna all’Ipogeo sarà l’attore Alessandro Haber, che interverrà alle 21 come ospite al termine della proiezione di un cortometraggio intitolate “Il profumo delle stelle” di cui è protagonista. La pellicola del regista Francesco Felli analizza il tema della reclusione nei manicomi ma anche dell’esclusione sociale dopo la loro chiusura.

Alla conferenza stampa d presentazione dell'iniziativa, che si è teneta questa mattina al Laboratorio della Arti contemporanee (L'ARCA) di Largo San Matteo, erano presenti tra gli altri l'assessore alla Cultura al comune di Teramo, Caterina Provvisiero, il presidente del Bim d Teramo, Moreno Fieni, la dirigente scolastica del Liceo Artistico Montauti di Teramo, Loredana Di Giampaolo e il il presidente del Rotary Teramo est, Silviano Scardecchia.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter