Luna park Madonna delle Grazie, quest'anno niente giostre davanti al Santuario. Resta il vincolo della sovrintendenza

Dopo la polemica dello scorso anno con la Sovrintendenza da giovedì l'allestimento riguarderà solo le aree indicate nella mappa approvata dalla giunta
08 giugno 2019

TERAMO - Quest'anno la polemica sulla visuale libera del monumento o del rischio di danni al Santuario per via delle emissioni acustiche delle giostre non ci sarà. La Festa della Madonna delle Grazie e il tradizionale Luna park che accompagna la ricorrenza della co-patrona cittadina, vivranno nel rispetto degli spazi imposto dalla Sovrintendenza alle Belle Arti e Paesaggio. La giunta comunale ha giocato d'anticipo, evitando quanto accadde lo scorso anno con l'intervento della prefettura e le polemiche dopo lo smontaggio forzato e il trasferimento delle attrazioni più ingombranti dal piazzale del Santuario: ha deliberato la mappa delle aree per 'spettacoli viaggianti' nel capoluogo e nelle frazioni di Villa Vomano e San Nicolò, dispondenone l'attuazione già dal prossimo giovedì 13 giugno, quando le giostre potranno avviare il montaggio dei giochi. La nuova pianta prevede la distribuzione delle attrazioni più ingombranti, quelle superiori ai 5 metri di altezza, in un tratto prospiciente gli uffici finanziari, e per quelli entro i 5 metri tra questi ultimi e il Santuario. I più piccoli, quelli entro un'altezza di 3 metri saranno invece posizionati sul viale Santa Teresa di Calcutta. Nulla dunque, davanti al Santuario, diventata dallo scorso anno 'off limits' per giostre e palchi per concerti. E' presumible che come lo scorso anno, però, l'area disponibile in piazzale San Francesco, individuata in emergenza allora per deviarci le strutture più grandi dopo il diktat delle autorità per la salvaguardia monumentale, non verrà occupata. Logistica e distanza dal nucleo dei festeggiamenti, sembrano esser le motivazioni perchè i giostrai probabilmente non la sceglieranno. La sistemazione degli spettacoli viaggianti nella zona che abitualmente ospita il mercato settimanale del sabato, determinerà l'adozione del 'piano B' per le bancarelle: nei mercati del 15, 22 e 29 giugno saranno spostate lungo circonvallazione Ragusa, nel tratto compreso tra porta Melatina e l'incrocio del tribunale.
Analoga modifica riguarderà anche la tradizionale festa di San Francesco a San Nicolò a Tordino del prossimo mese di ottobre: le proteste dei cittadini della zona di via Colombo, via Giotto e di via Delfico per l’inquinamento acustico provenienti dalle singole attrazioni, ha spinto l'amministrazione a disporre la sistemazione delle giostre nell’area di Piazza Progresso e il campo di calcetto antistante la Scuola Febbo.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter