Maltempo, in arrivo miglioramento e pericolo ghiaccio. Il sindaco: «Giusto chiudere la scuola, vi spiego perchè» Emergenza finita, scuole aperte

Nella notte qualche situazione di disagio nelle frazioni con 20 centimetri di neve, a rischio isolamento poi rientrato. Riunione alle 18 del Coc
11 gennaio 2019

TERAMO - Ha raggiunto al massimo una ventina di centimetri la coltre nevosa nei quartieri più alti della città, ma sostanzialmente la situazione creata del maltempo, monitorata costantemente dal Centro operativo comunale aperto nel comando municipale di piazzale San Francesco, ha fatto sì che tutte le richieste pervenute fossereo fronteggiate. A rendeerlo noto è l'amministrazione comunale di Teramo che ricorda come «già ieri sera, al verificarsi del prime precipitazioni, tutte le squadre predisposte per il controllo del territorio, ciascuna per le aree di propria pertinenza, si erano attivate per la verifica della situazione». La viabilità per l'ospedale civile è stata quella tenuta pulita dagli spazzaneve che sono intervenuti nella quasi interezza del territorio comunale consentendo alla situazione di rientrare in una accettabile condizione.
In serata, con il previsto abbassamento delle temperature e perchè le previsioni meteo annunciano sereno, è previsto lo spargimento del sale. E' infatti alto il rischio che il residuo della neve ancora presente sulle strade possa causare ghiaccio e creare pertanto pericolo. 
Alle 18 è prevista un'altra riunione del Coc, presieduta dal sindaco Gianguido D'Alberto e dall'assessore Valdo Di Bonaventura. Il bilancio del sindaco fino a questo momento è dunque positivo, grazie anche alla collaborazione delle forze di volontariato impegnate nell'emergenza maltempo, così come i dipendenti comunali e le associazioni, che hanno svolto preziose funzioni di monitoraggio sul territorio per la segnalazione delle diverse necessità. Il sindaco D'Alberto ha voluto anche smorzare qualche polemica girata sui social (per la verità nemmeno troppe come in passato) sulla decisione di chiudere le scuole per questa mattina: «Il sindaco non assume decisioni per se stesso - ha detto - bensì dietro valutazioni che arrivano in primis dalla Protezione civile e poi dai tecnici. Le condizioni meteo annunciate ieri erano molto critiche e in parte si sono confermate - ha proseguito D'Alberto - e comunque al di là del centro urbano, vi assicuro che nelle aree frazionali e quelle più periferiche la situazione era decisamente e fortemente critica, a rischio isolamento. Le scuole domattina, per il momento, saranno riaperte ma una valutazione la faremo nel pomeriggio: sarà come al solito serena e lo ripeto sulla base delle valutazioni che la Protezione Civile farà e nel dialogo costante con le altre autorità».
La riunione delle 18, emergenza finita, scuole aperte. Domattina le scuole saranno regolarmente aperte. Alle 18, al termine della riunione programmata, si sono concluse le attività del COC. Alla riunione, presieduta dal Sindaco Gianguido D’Alberto assieme agli assessori Valdo Di Bonaventura e Stefania Di Padova, sono intervenuti il dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale, rappresentanti delle associazioni di volontariato “Cives Teramo”, “Gran Sasso d’Italia”, “Associazione Alpini sezione di Teramo”, la Croce Rossa e la Teramo Ambiente. E’ stato fatto  punto della situazione, al termine delle attività odierne e dopo quanto era stato messo in campo nella serata di ieri e nelle impegnative notti precedenti. Rimane la reperibilità degli uffici comunali fino alle ore 20:00 presso la sede della Polizia Municipale al numero delle emergenze 0861.324317 mentre per le ore notturne la reperibilità dell'ente viene attivata tramite i canali istituzionali del 112 e del 113.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter