Maltempo, prevista neve in nottata e per altre 24 ore. Il Comune apre di nuovo il Coc

Allerta gialla. Apporti nevosi fino a 200 metri sul livello del mare, consistenti sulle fasce collinari e montane
09 gennaio 2019

TERAMO - Il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile ieri ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse, il secondo dall’inizio dell’anno, nel quale si legge che dalla tarda serata di oggi e per le successive 24-36 ore (dunque fino a venerdì mattina), sull'Abruzzo sono previste nevicate al di sopra dei 200 metri sul livello del mare, con apporti al suolo "da deboli a moderati", fino ad "abbondanti" a quote collinari e montane. A seguito dell'avviso meteo, la Protezione Civile regionale, per eventuali attivazioni di emergenza, ha messo in stato di preallerta le organizzazioni di volontariato di protezione civile convenzionate a partire dalla nottata e per le successive 24/36 ore. La Protezione Civile, al fine di garantire la salvaguardia della popolazione e la riduzione di possibili disagi, ha invitato le amministrazioni comunali a verificare la disponibilità del proprio personale; a prendere contatti con le ditte convenzionate per lo sgombero neve; a verificare la disponibilità e l'efficienza di materiali e mezzi a disposizione; a mettere in atto ogni altra misura necessaria e prevista nei piani di emergenza; di dare ampia diffusione alla cittadinanza delle norme di autoprotezione. Per informazioni e aggiornamenti si può consultare il sito: allarmeteo.regione.abruzzo.it

Una prima “spolverata” di acqua-neve c’è stata già nel pomeriggio, poi trasformatasi in pioggia battente. Ma dopo la comunicazione del Centro Funzionale d'Abruzzo dell’avviso di condizioni meteorologiche avverse fino a domani mattina per la possibilità di neve (allerta gialla, ordinaria, per rischio idrogeologico), il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto ha istituito l’apertura del COC (Centro Operativo Comunale) la cui sede operativa è al Comando di Polizia Municipale in piazzale San Francesco (utenza telefonica 0861/324317, fax 0861/324321). Le attività del C.O.C. sono iniziate ieri sera alle 21 e proseguiranno, anche con interruzioni notturne, secondo le esigenze e necessità che si verificheranno. Nel senso che se la situazione dovesse peggiorare, il Coc resterà aperto per tutta la notte, mentre se attorno alla mezzanotte non ci dovessero verificare criticità, il Coc chiuderà per riaprire alle 5. Il sindaco Gianguido D’Alberto seguirà personalmente l’evolversi della situazione nella stessa sede del COC, mentre il Comandante dei Vigili Urbani Franco Zaina, disporrà i servizi di viabilità e traffico e il Responsabile Tecnico/Ufficio Traffico, il dirigente tecnico Remo Bernardi curerà il coordinamento dei mezzi sgombraneve, del personale di Protezione Civile, dei mezzi spargisale e quanto necessario a garantire la fruibilità  della viabilità principale. Coinvolte anche le associazioni di volontariato specializzate nelle attività di Protezione Civile: “Cives Teramo”, “Gran Sasso d’Italia”, “Associazione Alpini sezione di Teramo”,  Croce Rossa di Teramo. Anche la Te.Am. – Teramo Ambiente s.p.a, ha messo a disposizione le unità e i mezzi della società. 
 
FERROVIE. Per il momento nessun taglio dei treni regionali del 30%, come avvenuto nei giorni scorsi con grande protesta dei pendolari. Il Gruppo Fs ha messo però in preallarme le sue sale operative di Abruzzo, Umbria, Marche e Molise con la previsione di riduzione del traffico commerciale a partire da oggi. Pronti anche i treni raschia ghiaccio da linee e binari, con 50 tecnici pronti ad intervenire sulle linee.
  
Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter