Monticelli: «Evitare una penalizzazione per la comunità»

L'ex sindaco di Pineto difende i presidi di polizia e le caserme dei carabinieri
06 marzo 2014

PINETO - Sul piano delle dismissioni del Viminale arriva anche la presa di posizione di Luciano Monticelli, candidato per il Pd al Consiglio regionale d’Abruzzo. «Non si può tacere di fronte a una scelta che penalizzerà la comunità – ha commentato in merito l'ex sindaco di Pineto - perché un minor numero di caserme implica naturalmente una maggiore difficoltà da parte delle forze dell’ordine che sono chiamate a proteggere il territorio. Al contrario, sono convinto che le amministrazioni dovrebbero investire e adoperarsi affinchè i presidi continuino a costituire un vero e proprio punto di riferimento per le comunità».  Il riferimento è a quanto fatto dal Comune di Pineto durante gli anni dell’amministrazione guidata proprio da Luciano Monticelli, che in passato ha sostenuto fortemente la nascita, nella cittadina adriatica, di una nuova caserma dei carabinieri. «E’ stato un iter certamente lungo e complesso – ricorda il candidato al Consiglio regionale d’Abruzzo – ma che non ci ha ostacolato. Anzi, abbiamo lottato per la realizzazione di un presidio che è costato al Comune molti sacrifici, concedendo anche un comodato di uso gratuito per i primi due anni e una riduzione del canone d’affitto pur di garantire la sicurezza del territorio».

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter