Montorio comune "cardioprotetto" grazie ad altri 3 nuovi defibrillatori

Donati dall'Associazione "Il Colle e il Solleone": manutenzione e corsi dalla Croce Bianca. Entro fine anno saranno 9
25 ottobre 2016

MONTORIO - Con 3 defibrillatori completi di cassette da esterno, allarmate e termoregolate, acquistati dall'Associazione "Il Colle e il Solleone" (con i proventi delle puntate della passata edizione del grande torneo di Stù, valore oltre 4mila euro) e donati al Comune, Montorio e le sue frazioni si avviano a divenire a tutti gli effetti un "Paese Cardioprotetto". 

I 3 defibrillatori entreranno infatti a fare parte del progetto "Una Mano sul Cuore", fortemente voluto dal consigliere con delega al bilancio Sergio Rossie da tutta l’Amministrazione, che vedrà impegnato il Comune nella dislocazione di vari apparecchi su tutto il territorio comunale e la Croce Bianca Montorio a gestire la loro manutenzione e a formare le persone addette all'uso. Entro fine anno saranno 9 i nuovi defibrillatori che, grazie all'Associazione "Il Colle e il Solleone" (3), Alba Montaurei (1), Croce Bianca (1) e Comune (4,) saranno disponibili insieme a quelli già presenti sul territorio, messi a disposizione da tempo da Croce Bianca, Genitori per la Scuola, Montorio 88 e Montorio Volley. Alla cerimonia di consegna dei defibrillatori c'erano il sindaco di Montorio Gianni Di Centa, il suo vice Andrea Guizzetti, il presidente de "Il Colle e il Solleone" Graziano Di Luigi, il presidente provinciale della Croce Bianca, Stefano Di Stefano, ed il cardiologo Giancarlo Speca, il padre del "Progetto vita" che nel corso degliu ultimi due decenni ha radicalmente modificato la cultura della prevenzione in ambito cardiologico.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter