Montorio, viene giù un costone di collina sulla provinciale 42. Nessun ferito, strada chiusa FOTO VIDEO

Rocce ciclopiche hanno invaso la sede stradale, bloccandola. Per gli interventi di consolidamento bisogna attendere la fine del rischio di altri 'scarichi'
06 marzo 2018

TERAMO - Sono stati momenti terrificanti quelli vissuti questa mattina dai residenti della piccola frazione di Santa Lucia, lungo la provinciale 42 che collega Montorio a Schiaviano attraverso le contrade di Altavilla e Villa Vallucci. L’intero costone di un versante collinare, composto da roccia arenaria e pietre, già in passato oggetto di attenzione e monitoraggio per la sua alta instabilità, è venuto giù sotto l’azione erosiva delle intense piogge delle ultime ore. Decine e decine di tonnellate di roccia e fango hanno divelto centinaia di piante e piccoli arbusti, invadendo la sede stradale sottostante e riempiendo la profonda scarpata fino sotto al torrente. L’imponente mole delle pietre rotolate sulla provinciale, ma anche e soprattutto il rischio che il versante franato possa far registrare altri importanti e pericolosi movimenti, hanno costretto alla chiusura dell’arteria stradale. E’ stata subito esclusa l’ipotesi che la vasta frana avesse travolto o coinvolto automobilisti di passaggio, con l’intervento sul posto dei carabinieri e degli agenti della Polizia stradale ma soprattutto dei tecnici della Provincia che hanno disposto il transennamento della provinciale con la chiusura al transito. Non ci sono abitazioni isolate. I tecnici della Provincia e quelli del Genio Civile regionale sono al lavoro per verificare lo stato dei luoghi e le azioni da intraprendere ma bisognerà attendere che il movimento franoso, che arriva dal versante sovrastante la strada, si assesti per eseguire i necessari interventi. Neve, disgelo e pioggia potrebbero essere la causa di quanto accaduto questa mattina alle porte di Montorio.

Lavori per strade alternative. Mentre i tecnici del Comune di Montorio si sono subito attiuvati per rendere praticabile una delle due alternative alla chiusura - la strada comunale che taglia il costone collinare della strada per Villa Brozzi - la Regione stanzia circa 200mila euro con la formula della "somma urgenza" per sistemare la frana. La decisione è arrivata dopo il sopralluogo del Genio Civile e la riunione che si è svolta in Provincia allla quale ha preso parte anche il Comune di Montorio. Secondo il consigliere delegato alla viabilità, Mauro Scarpantonio, i tempi per l'avvio dei lavori dovrebbero essere molto brevi: «Il provvedimento di somma urgenza dovrebbe essere firmato già domani, i lavori saranno realizzati dalla Provincia in qualità di soggetto attuatore delegato dalla Regione». 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter