Nuova mensa universitaria, l'Udu: «Necessario accelerare i tempi»

Il gruppo studentesco dice no alla chiusura della biblioteca di Scienze politiche e chiede di potenziare i servizi
14 gennaio 2014

TERAMO – Nuova mensa universitaria all’interno del Campus di Coste Sant’Agostino: l’Udu chiede di accelerare i tempi e di aprirla entro fine gennaio. «E’ trascorsa una settimana – sottolinea il gruppo studentesco – da quando era stata proclamata l’apertura della nuova mensa universitaria a Colleparco. Sappiamo che pochi giorni fa la Regione Abruzzo ha dato il via libera al trasferimento della mensa dal plesso nel quale si trova adesso all’interno del polo di Scienze Politiche e Scienze della Comunicazione del Campus di Coste Sant’Agostino. Insieme all’apertura della nuova mensa si sarebbe dovuti provvedere allo slittamento della chiusura del Campus alle 24.00 e non più alle 19.45». L’Udu, pur accogliendo positivamente lo spostamento e pensando che offrirà dei servizi in più agli studenti, contesta l’annunciata chiusura della biblioteca di Scienze politiche e Scienze della Comunicazione «Siamo certi – afferma l’Udu in una nota – che si sarebbero potute individuare altre location, chiediamo pertanto un potenziamento, nel plesso che ospita le due Facoltà, delle aule studio, per ora insufficienti ad accogliere tutti gli studenti».Chiediamo pertanto un potenziamento, nel plesso che ospita le due Facoltà, delle aule studio, per ora insufficienti ad accogliere tutti gli studenti. In merito all’apertura delle sedi fino alle 24, il gruppo sollecita di potenziare sia i servizi offerti sia la linea urbana «altrimenti sarebbe uno spreco pagare del personale per tenere aperta la struttura anche di pomeriggio, chiediamo che si facciano meno proclami e che si interagisca di più con gli studenti, perché solo così si potrà essere in grado di capire quale attività sia la migliore per chi questa Università la vive, o almeno dovrebbe viverla, tutti i giorni e ne è diretto fruitore».

 

 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter