Parcheggio ospedale: gestione alla Parking prorogata fino a febbraio

Il nuovo lasso di tempo permetterà la elaborazione di una nuova proposta. La Asl intenzionata ad acquistarlo?
03 dicembre 2014

TERAMO - La trattativa sul parcheggio a pagamento dell'ospedale Mazzini è prorogata per altri tre mesi. Tre mesi in cui la Parking srl, la società che ha realizzato il multipiano e che lo gestiva fino alla notifica di rescissione del contratto da parte dell'ex direttore generale della Asl di Teramo, Paolo Rolleri, avrà il tempo di fare una nuova proposta di gestione. Alla vigilia dell'annunciata chiusura della incompiuta struttura, prevista per sabato prossimo, un repentino scambio di lettere ha permesso di siglare una tregua e di riavviare la trattativa cverso una soluzione del contenzioso che non sia quella della chiusura e del ricorso alle vie legali. Il nuovo direttore generale Roberto Fagnano ha dunque 'aperto' alla Parking, chiedendo una soluzione nel futuro del parcheggio. Azzerate dunque le condizioni iniziali dettate dal gestore, che chiedeva un ritocco al project financing iniziale, anche in considerazione dell'aumento esorbitante dei costi e una minore redditività della struttura rispetto alle previsioni, si ripartirà da una nuova proposta. E non è escluso che da qui alla fine di febbraio, la Asl non tiri fuori dal cilindro anche un'altra ipotesi per questo parcheggio, costato finora tra gli 8 e i 9 milioni di euro: acquistarlo dal gestore e magari completare in proprio la restante parte dei lavori necessari per l'apertura anche della zona destinata a negozi, foresteria, bar e sala convegni, compreso il tunnel caldo di collegamento con il cuore dell'ospedale Mazzini, previsti dal progetto iniziale. Da qualche giorno il parcheggio nella zona circostante la struttura multipiano è tornata a vivere la sosta selvaggia protagonista dei giorni peggiori, anche a causa del fatto che gran parte del personale che usufruiva degli abbonamenti, anche a prezzo convenzionato, non hanno potuto rinnovarli proprio in vistù della previsione di chiusura della gestione al 6 dicembre.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter