Pezzo di guard rail si conficca nella carrozzeria dell'auto in corsa, rischiano grosso due commercianti teramani sull'A14 FOTO

Drammatico incidente sulla corsia di sorpasso: il pesante oggetto avrebbe potuto sfondare il parabrezza della Mini
02 dicembre 2017

TERAMO - Viaggiare in autostrada può essere molto rischioso a giudicare dalla disavventura - per fortuna a lieto fine -, vissuta da due fratelli commercianti teramani. E' proprio il caso di dire infatti che Ubaldo e Amedeo D'Antonio abbiano visto la morte in faccia questa sera nel tratto di autostrada A14 nei pressi di Pedaso, di ritorno da Milano, quando un pezzo di guard rail si è conficcato nel fanale anteriore destro. La Mini a bordo della quale viaggiavano, si trovava nella corsia di sorpasso quando all'interno dell'abitacolo si è udito un colpo secco e violento nella parte anteriore. Il conducente non ha perso il controllo del mezzo e ha accostato per verificare cosa fosse accaduto. E' stata grande la sorpresa nel trovare conficcato, dal paraurti al fanale destro, un pezzo accartocciato di guard rail, per la precisione una porzione di una gemma di un catarifrangente. Un vero e proprio proiettile, proveniente da chissà quale lato dell'autostrada, sicuramente 'raccolto' e lanciato dal fondo stradale da un altro mezzo. Per fortuna l'impatto con il pezzo di ferro, corredato da chiodi, è avvenuto all'altezza del fanale, che è stato piegato e privato dalla borchia cromata: una diversa dinamica avrebbe potuto farlo finire sul parabrezza con immaginabili e ben peggiori conseguenze per chi viaggiava a bordo della macchina. Scampato il pericolo e passato lo spavento, ai commercianti è rimasto soltanto avvertire la Polizia autostradale del tratto di competenza e avviare le pratiche risarcitorie con Autostrade per l'Italia.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
  • rrr
    Scritto il 03 dicembre 2017 alle ore 18:54:00
    armatevi di un buon legale perchè la società autostrade farà molte storie per il risarcimento attribuendo l'evento a caso fortuito e non a cattiva manutenzione - non credo sia facile dimostrare il luogo in cui si è distaccato o il mezzo che lo abbia scaraventato.
Ultimi commenti
Loading...