Piano della Lenta si è stretta attorno al 'suo' Sirio

Un intero quartiere, i colleghi delle Fiamme Oro, della palestra pesi e tanti amici per l'addio a Silvino, il poliziotto-atleta morto a Roma
04 febbraio 2014

TERAMO - Una folla, tanta gente, tanti amici, i colleghi di lavoro, il picchetto degli atleti poliziotti delle Fiamme Oro, i pesisti della palestra Athlas: c'erano tutti nella chiesa di Santa Rita, nel 'suo' quartiere di Piano della Lenta, per salutare per l'ultima volta Sirio Silvino, il poliziotto teramanom, campione di sollevamento pesi, morto nell'incidente a Roma. C'erano tutte le cose più importanti della sua vita: lo sport, la famiglia, la polizia. I suoi amici e i tanti colleghi hanno tentato di lenire il dolore del fratello Giulio, ma soprattutto del padre Anselmo, l'olimpionico dei pesi vincitore di tante battaglie nello sport, ma piegato in due nella gara più drammatica della sua vita, la perdita di un figlio a lui tanto legato. Sirio Silvino se nè andato tragicamente in una piovosa notte della capitale, a bordo della sua moto, a un incrocio della Portuense contro un bus dell'Atac. Un destino beffardo, che lo ha strappato a soli 38 anni dalla vita e dalla divisa, alla sua famiglia. Il commiato è stato accompagnato da un lungo applauso all'esterno della chiesa, dove c'erano, oltre ai colleghi delle Fiamme Oro, anche quelli della questura di Teramo, a cominciare dalla squadra mobile dove il fratello di Sirio, Giulio, lavora. 

Voto medio (1 voti; 4.00)
Vota:
counter
Commenti

« Lascia il tuo commento »

I tuoi commenti sono i benvenuti se seguirai le semplici indicazioni riportate qui sotto.
  • I commenti devono riguardare solo informazioni presenti nelle notizie
  • Non inserire commenti per conto di terzi, per sentito dire o altro: i commenti devono essere frutto della tua personale esperienza
  • Non usare parole e termini offensivi, anche se hai un giudizio negativo in merito all'argomento trattato
  • Non utilizzare questo spazio per fare pubblicità, di qualunque tipo
  • Segui le indicazioni di base della netiquette, come ad es. non scrivere tutto in caratteri maiuscoli
I commenti inseriti devono corrispondere a verità ed essere espressi in modo dettagliato e comprensibile.
Per ogni commento il sistema provvederà a salvare il tuo indirizzo IP e l'ora in cui è stato inserito il commento ai fini di perseguire legalmente tutti quei commenti che non rispetteranno le regole sopra elencate.
Ricorda che ci riserviamo di eliminare senza alcun preavviso tutti i commenti da noi ritenuti offensivi o non rispettosi delle precedenti indicazioni.
Emmelle.it non è responsabile dei commenti scritti dagli utenti.
Grazie per la collaborazione.
La Redazione di emmelle.it
Dichiaro che il commento da me inserito corrisponde a verità,
e rispetta tutte le indicazioni riportate nella guida di compilazione.
Dichiaro inoltre di aver letto l'informativa sulla privacy e di liberare
Emmelle TV Srls Unipersonale da qualsivoglia responsabilità
relativamente al contenuto del commento da me inserito.

 
Attiva la notifica per essere aggiornato via email sui nuovi commenti all'articolo
Loading...