Piazza Garibaldi: marciapiedi cede al passaggio di un giovane pedone, si scopre un 'buco' sotto al palazzo. Domattina sondaggi del Comune FOTO

Nessuna conseguenza fisica per il passante, intervengono i vigili del fuoco e l'assessore all'ambiente Valdo Di Bonaventura. Zona transennata
16 gennaio 2020

TERAMO - E' una pericolosa voragine quella che si è aperta sul marciapiedi del palazzo che si affaccia sullo spiazzo dei Tigli, alla confluenza di piazza Garibaldi, questa sera poco dopo le 21. Il fondo di mattonelle ha ceduto al passaggio di un giovane, che è finito con i piedi incastrati tra i tondini di ferro, scoperti dal cedimento. Il giovane è riuscito a liberarsi da solo, prima dell'arivo dei vigili del fuoco, che hanno verificato la stabilità temporanea del marciapiedi e hanno passato la palla all'ufficio comunale delle manutenzioni. Il giovane per fortuna non ha riportato ferite. Sul posto è intervenuto anche l'assessore alle manutenzioni, Valdo Di Bonaventura, e il vigile ecologico Vincenzo Calvarese: oltre il nastro steso dai pompieri c'è bisogno di un transennamento, che nella notte il personale comunale ha provveduto a sistemare, in attesa di un più accurato sopralluogo da effettuarsi in mattinata. C'è preoccupazione perchè altre mattonelle del marciapiedi mostrano evidenti segni di cedimento e il 'buco' che si è aperto sotto il peso del passante, oltre che denunciare un lavoro di scarsa perizia, ha fatto scoprire un vuoto al di sotto del palazzo che potrebbe estendersi anche ai locali attigui al pianterreno, dove ci sono attività (la pizzeria e la biglietteria dell'Arpa) ma soprattutto il percorso pedonale per chi attraversa dai chioschetti di piazza Garibaldi e vuole raggiungere il Comunale.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter