Poche righe per riallinearsi sulle posizioni del gruppo consiliare: ecco come i tre assessori 'gattiani' escono di scena

Riconsegnate al sindaco le deleghe di Lavori pubblici, sociale e pubblica istruzione: «Situazione di ingovernabilità»
09 novembre 2017

TERAMO - Poche righe, senza una motivazine precisa, ma un ridondante riferimento all'assenza in aula e alla richiesta di dimissioni dei colleghi consiglieri: è questa la lettera con cui i tre assessori di Futuro In (Franco Fracassa ai Lavori pubblici, Eva Guardiani alle Politiche sociali e Caterina Provvisiero alla Pubblica istruzione) hanno rimesso questa mattina il mandato al sindaco Maurizio Brucchi, di fatto aprendo l'ennesima crisi di giunta, quella giunta che nel corso dell'atttuale consiliatura è giunta alla versione quater. Quella dei tre 'gattiani' Fracassa, Guardiani e Provvisiero è anche la settima dello stesso gruppo di maggioranza relativa che finora ha avvicendato Rudy Di Stefano, Piero Romanelli, Francesca Lucantoni e Silvio Antonini. I tre tra le righe, dopo aver sottolineato che il loro gesto è segno di doveroro rispetto nei confronti di Brucchi, ricordando che 'esplicitamente' dal gruppo consigliare è arrivata una richiesta di dimissioni, fanno intendere che per il sindaco e la città sarebbe la soluzione migliore.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter