Ponte su fiume Vomano, domani un sit-in con le popolazioni dei Comuni interessati

Iniziativa di protesta e proposta per chiedere un ponte che unisca le zone industriali di Cellino e Castelnuovo
10 maggio 2014

TERAMO - Domani a partire dalle 10 fino alle 13, il comitato “Un ponte per il futuro - 2 ponti sono meglio di 1”, organizza un sit-in nei pressi del Ponte sul fiume Vomano lato Castelnuovo, per rimarcare insieme alle popolazioni dei tre comuni di Cellino Attanasio, Cermignano e Castellalto, l’importanza del collegamento viario esistente e mantenere alta l’attenzione su un problema che deve impegnare le istituzioni: la costruzione di un nuovo ponte un chilometro più a valle per unire le due zone industriali di Cellino Attanasio e Castelnuovo Vomano. Un opera che per il comitato rappresenta un volano di sviluppo viario e urbanistico per tutto il comprensorio interessato. Questa iniziativa pubblica, che segue quella del 25 aprile alla fiera di primavera di Castelnuovo, sarà l’occasione per continuare con la raccolta sottoscrizioni ma sarà anche un momento per informare i cittadini cittadini sullo stato dell’arte della nuova infrastruttura. “Domani -  si legge nella nota diffusa dal presidente Florideo D’Ignazio- nei pressi del ponte ci sarà la gente vera, quella che ogni giorno lo attraversa più volte per recarsi al lavoro, per andare a scuola, per andare a trovare i propri  cari a o in Valfino, coloro che si recano dal medico o in farmacia, coloro che vanno a Teramo in ospedale o al pronto soccorso, il popolo che produce e paga le tasse e che è contrario ai giochetti di palazzo in cui si sostiene che la nuova infrastruttura sarà pronta in poco tempo (qualche mese) e senza interrompere il collegamento. Saremo lì a ribadire che il ponte attuale non si tocca e che la soluzione alternativa c’è e va attuata”.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter